LE MIGLIORI PIZZERIE DELL’AQUILANO? SONO TRE E TUTTE ECCELLENTI!


L’AQUILA – Tre pizzerie della provincia dell’Aquila entrano per la prima volta nella prestigiosa guida 50 Top Pizza, curata dal “re” del giornalismo enogastronomico italiano Luciano Pignataro e da Barbara Guerra e Albert Sapere, organizzatori delle Strade della mozzarella, congresso di cucina d’autore dedicato alla mozzarella di bufala e ai prodotti del made in Italy.

Si tratta dell’Elogio delle Farine a Paganica, Paprika a San Nicola di Tornimparte e Granocielo ad Avezzano.

Aperta da un siciliano di origine ma ormai aquilano d’adozione, Erasmo Lentini, L’Elogio delle Farine è un vero e proprio laboratorio in cui si sperimentano impasti. Farine di canapa, integrale, di farro, con germi di grano. In ogni caso sempre farine 0, 1 o 2, farine grezze e mai troppo raffinate. Il processo prevede una lunga maturazione, da 48 a 120 ore.

Paprika narra di una storia d’amore nata tra i fornelli, quella tra Yassine Ryouq e Annalisa Fischione. Di nazionalità marocchina lui, aquilana lei, lavorano nello stesso ristorante di Granada, in Spagna dove convolano a nozze. Cuochi entrambi, dopo quasi dieci anni nella provincia andalusa decidono di tornare in Italia e di aprire una pizzeria al taglio a Tornimparte, il paese natio di Annalisa.

È invece ucraino Kyrylo Yakushev, che vent’anni fa è arrivato in Abruzzo innamorandosene: nella sua Granocielo, nella centralissima via Corradini ad Avezzano, prepara pizze al taglio che sono una vera e propria celebrazione delle piccole aziende locali. Utilizza i formaggi del celebre Gregorio Rotolo di Scanno, farine da grani autoctoni e ortaggi del Fucino.

Tutte e tre sono recensite con 2 Forni, cioè considerate eccellenti.

In provincia dell’Aquila, 50 Top Pizza segnala anche Il Giardino del Sangro a Villetta Barrea, La fattoria a Roccaraso e Lievito Madre a Lucoli. Questi locali ottengono 1 Forno, sono cioè considerate da non perdere ma vengono solo segnalate, senza recensione.

L’intera situazione abruzzese nella guida, Virtù Quotidiane l’ha fotografata in un precedente articolo.