LA FIGURA DELL’ENOLOGO CON MOIO ALLA QUARTA GIORNATA DEL MERANO WINE FESTIVAL DIGITAL


MERANO – La quarta giornata di Merano WineFestival si è aperta dalle sale del Kurhaus di Merano, sede principale del festival, con il patron Helmuth Köcher e The WineHunter Journals che apre la programmazione giornaliera sul sito www.meranowinefestival.com dalle 10,00 alle 20,00.

La mattinata ha avuto come momento principale il Symposia dedicato a Territorium Campania in cui il giornalista Dante Stefano Del Vecchio ha moderato Helmuth Köcher e gli ospiti intervenuti per parlare di viticoltura campana e fare il punto sui processi di digitalizzazione che la coinvolgono.

Presenti Guido Invernizzi, Libero Rillo, Andrea Ferraioli, Tommaso Luongo, Cesare Avenia, Tommaso De Simone e Nicola Caputo.

Per lo spazio Cult Enologist la giornata ha visto protagonista Luigi Moio e il suo racconto sulla figura dell’enologo, sempre più figura centrale di molteplici discipline, ma soprattutto interprete in sintonia con la natura che ha il compito di trasmettere emozioni al consumatore attraverso il vino.

A seguire gli Showcooking, mentre nel pomeriggio le cantine hanno presentato i propri vini e territori attraverso i Virtual Tour. La sezione Wine Territories ha avuto come protagonista il territorio della Georgia che ha visto un live talk tra The WineHunter Helmuth Köcher e alcuni personaggi rappresentativi del territorio e della viticoltura georgiana come Tina Kezeli, Daviti Maghradze, Gogi Dakishvili e Koka Archvadze presenti per ripercorrere le antichissime origini della produzione del vino nelle ‘Qvevri’ che si ripete da millenni e che è stata riconosciuta Patrimonio Unesco nel 2013.

A seguire spazio allo Champagne e, a seguire, a Partner e Media Partner con una collezione di video girati anche nelle ultime edizioni di Merano WineFestival. Per lo spazio Innovation di IVES – Oeno One Maria Tiziana Lisanti dell’Università di Napoli ha presentato “Nuovi processi di stabilizzazione microbiologica: un’alternativa per ridurre le dosi di SO2 nel vino”; H-FARM ha presentato le modalità per monitorare la distribuzione dei prodotti tramite QR code tramite geolocalizzazione; altro intervento è stato sul tema dell’integrazione dell’offerta online con visite e degustazioni prenotabili tramite una piattaforma integrata all’e-commerce.

La serata di Merano WineFestival ha visto infine come protagonista la Mixology con Why Not Cocktail Lab e la preparazione di Chilicot Cocktail e di La Chinappa Cocktail, lo spazio ai Tastings e il finale con Monday’s Video Collection, una selezione dei video dal catalogo multimediale dell’evento.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2022