A CAPESTRANO NUOVA CANTINA DI PASETTI, PARCO GRAN SASSO E COMUNE VALUTANO

CAPESTRANO – È pronto un mega investimento per una nuova vigna con cantina di Domenico Pasetti, a Capestrano (L’Aquila), in una località ai confini con il comune di Bussi sul Tirino (Pescara).

L’imprenditore pluripremiato, presidente di Coldiretti Abruzzo, che nella zona già da anni coltiva alcuni vigneti, ha recentemente acquisito numerosi terreni.

“Ci è stato presentato un progetto che riguarda un nuovo impianto e la costruzione di un fabbricato destinato a cantina, ma l’iter è ancora in mano al Comune che deve indire una conferenza dei servizi”, spiega a Virtù Quotidiane l’ingegnere Alfonso Calzolaio, responsabile dell’ufficio urbanistico del Parco nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga.

“Siamo in fase di progetti preliminari, l’idea è quella di creare un polo di vinificazione, con cantina e show room, quindi produzione ed esposizione – aggiunge il vice sindaco di Capestrano, Davide Fontecchio – dovrebbe essere tutta focalizzata alla produzione di vini da vitigni locali, autoctoni, dovrebbe essere un presidio importante dal punto di vista anche occupazionale e di valorizzazione del nostro territorio”.

Sui tempi, Fontecchio spiega come eventuali lungaggini dipendono dall’iter amministrativo, perché l’azienda, dal canto suo, va molto spedita.

I terreni, che Pasetti ha già acquistato, erano in molti casi degli eredi di piccoli contadini, per questo non più coltivati ormai da anni.

“Convocheremo la conferenza dei servizi non appena anche gli altri enti saranno disponibili, stiamo aspettando anche alcune valutazioni sul progetto preliminare da parte del Parco”, aggiunge il vice sindaco.

Articoli correlati