CON IL VOUCHER IN VENDEMMIA NUMERO DI OCCUPATI A RISCHIO


VERONA – Cresce il numero di occupati nel comparto agricolo abruzzese: nel 2016 è stato registrato un + 7,8% rispetto all’anno precedente; nella classifica è la regione del centro-sud d’Italia che ha registrato un trend positivo.

Mentre, sempre nel 2016, secondo i dati di Coldiretti, il Montepulciano d’Abruzzo è la Doc che ha offerto più lavoro in Italia in termini di ore lavorative: 19.359.600 (il dato è riferito alla provincia di Chieti). Seguono, al secondo posto, Puglia Igt (16.519.200 ore) e al terzo, Sicilia Doc (16.032.264). Ora c’è il nodo voucher in vendemmia che potrebbe causare un drastico calo di occupati, soprattutto tra giovani e pensionati.

“Occorre individuare uno strumento ad hoc che sostituisca i voucher e che tenga conto delle specifiche del lavoro occasionale che sempre più caratterizza il settore dell’agricoltura – ha osservato l’assessore Dino Pepe -. È necessario avere uno strumento normativo agile al fine di fornire risposte immediate rispetto a un settore che bisogno di aiuti concreti”.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2022