A GIUGNO ALL’AQUILA UNA LUDOTECA COMUNALE PENSATA PER E CON I CITTADINI


L’AQUILA – Un percorso di partecipazione, fatto di incontri aperti alla cittadinanza, per scrivere lo statuto e il regolamento della ludoteca comunale che sorgerà all’Aquila nell’ex serra del Parco del Sole come atto finale del progetto “Solo posti in piedi. Educare oltre i banchi”, un’iniziativa selezionata dall’impresa sociale “Con i bambini”, nell’ambito del fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, che vede, tra i partner, nove associazioni culturali, il Comune e l’Università dell’Aquila e quattro istituti scolastici cittadini.

I dettagli sono stati illustrati in conferenza stampa dall’assessore comunale alle politiche sociali Francesco Cristiano Bignotti, da Cecilia Cruciani, presidente dell’associazione culturale “Brucaliffo” e coordinatrice del progetto; e da Lina Calandra, professoressa di geografia al dipartimento di Scienze Umane dell’Università dell’Aquila e responsabile del coordinamento degli incontri partecipativi.

Questi ultimi – finalizzati, come detto, alla scrittura collaborativa dello statuto e del regolamento della ludoteca nonché alla programmazione dei suoi primi 12 mesi di attività – si svolgeranno nell’aula virtuale dell’Università dell’Aquila accessibile dal link https://univaq.webex.com/meet/linamaria.calandra.

Sono previsti due cicli di incontri e un incontro finale. Il primo ciclo prevede la scrittura collaborativa di una prima bozza di statuto; il secondo, invece, sarà incentrato sulla definizione della bozza finale – da sottoporre, poi, agli uffici comunali – e della programmazione dei primi 12 mesi di attività della ludoteca. Nell’incontro finale verrà condiviso il testo definitivo dello statuto, che sarà poi trasmesso al consiglio comunale per l’approvazione.

Una volta che il consiglio comunale avrà approvato statuto, regolamento e programmazione delle attività del primo anno di vita, la ludoteca potrà essere finalmente inaugurata e ciò, ha specificato l’assessore Bignotti, dovrebbe accadere nel prossimo mese di giugno.

Nelle prossime settimane, il Comune lancerà anche un concorso online, aperto a tutte le scuole dell’Aquila, per l’elaborazione del logo e del nome da dare alla ludoteca, e dopo i primi 12 mesi di gestione transitoria, verrà pubblicato un avviso pubblico per l’assegnazione della gestione: quella del Parco del Sole sarà infatti una sistemazione temporanea, in attesa che vengano ultimati i lavori di ristrutturazione all’interno della ex scuola De Amicis, luogo designato come sede definitiva della ludoteca.

“La povertà educativa”, afferma l’assessore comunale alle Politiche sociali Francesco Cristiano Bignotti, “è una tematica che questa amministrazione sta seguendo ad ampio raggio fin dal suo insediamento. L’approccio che abbiamo adottato non è a compartimenti stagni ma coinvolge più uffici e soprattutto coinvolge i cittadini. È in quest’ottica che, all’interno del settore politiche sociali, abbiamo deciso di istituire un ufficio partecipazione, che si sta costituendo proprio in questi giorni e che fornirà una metodologia più scientifica ai processi di coinvolgimento della cittadinanza. La ludoteca non sarà un luogo dove si andrà solo a giocare ma sarà un servizio educativo, nel quale opereranno persone con competenze specifiche”.

“Siamo molto lieti di parlare di nuovo di Solo posti in piedi”, dichiara Cecilia Cruciani. “L’assegnazione di uno spazio come quello della ex serra del Parco del Sole è un punto di partenza più che un punto di arrivo, per svolgere le azioni del progetto ma anche e soprattutto per immaginare il futuro dei nostri ragazzi. I percorsi di partecipazione vogliono coinvolgere tutta la comunità educante nel progettare, pensare, immaginare questo futuro. Ringraziamo il lavoro di tutti coloro che stanno permettendo alle azioni del progetto di essere un sostegno prezioso alla vita dei ragazzi, se pure con le mille limitazioni che l’emergenza sanitaria ci mette davanti”.

“Quando si lavora insieme con metodo, creatività e fiducia reciproca, anche un sogno può diventare realtà” osserva la professoressa Lina Calandra. “Non si tratta solo di contribuire alla definizione della ludoteca comunale come bene comune ma soprattutto, e a maggior ragione in questo periodo di emergenza Covid, di dare un segnale forte e chiaro, come adulti e come istituzioni: siamo una comunità educante, e come tale ci prendiamo cura del presente e del futuro dei nostri bambini. Insegnanti, genitori, nonni, operatori, professionisti, amministratori: abbiamo tutti la possibilità e la responsabilità di essere da esempio per i nostri figli”.

IL CALENDARIO DEGLI INCONTRI

PRIMO CICLO

24 febbraio, Zona Rosa (Bagno, Preturo, Roio, Sassa, Pianola, Preturo)
3 marzo, Zona Viola (Assergi, Bazzano, Camarda, Filetto, Gignano, Monticchio, Onna, Paganica, Pescomaggiore, San Gregorio, Sant’Elia, Tempera)
10 marzo, Zona Blu (quartieri di L’Aquila città, compreso il centro storico, Aragno, Collebrincioni, La Torretta, Pile, San Giacomo)
17 marzo, Zona Verde (Arischia, Cansatessa, Coppito, Pettino, San Vittorino)

SECONDO CICLO

7 aprile, Zona Rosa (Bagno, Preturo, Roio, Sassa, Pianola, Preturo)
14 aprile, Zona Viola (Assergi, Bazzano, Camarda, Filetto, Gignano, Monticchio, Onna, Paganica, Pescomaggiore, San Gregorio, Sant’Elia, Tempera)
21 aprile, Zona Blu (quartieri di L’Aquila città, compreso il centro storico, Aragno, Collebrincioni, La Torretta, Pile, San Giacomo)
28 aprile, Zona Verde (Arischia, Cansatessa, Coppito, Pettino, San Vittorino)

L’incontro finale, in sessione plenaria (tutte le zone), si terrà invece il 19 maggio

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2021