A PALAZZO D’AVALOS A VASTO LA NUOVA SEDE DEL GAL COSTA DEI TRABOCCHI


VASTO – È il meraviglioso Palazzo D’Avalos di Vasto (Chieti), con vista panoramica sulla marina la nuova sede del Gal Costa dei Trabocchi. Il taglio ufficiale del nastro è stato fatto ieri sera dal sindaco Francesco Menna, con i colleghi Tiziana Magnacca di San Salvo e Nicola Di Carlo, primo cittadino di Pollutri, e dal presidente dell’ente di promozione territoriale, Roberto Di Vincenzo e dal direttore, Carlo Ricci.

“Stiamo lavorando alla costruzione di una rete del territorio a vari livelli – spiega Di Vincenzo a Virtù Quotidiane – coinvolgendo il più possibile tutti i soggetti imprenditoriali istituzionali perché collaborino alla costruzione della destinazione turistica Costa dei Trabocchi. È importante avere una strategia chiara, dialogarla e svilupparla insieme al territorio e a quel punto contare su un sistema che si muove congiuntamente su degli obiettivi”.

Tante le iniziative costruite dal Gal, che partono dalla mobilità sostenibile per promuovere il territorio.

“Costa dei Trabocchi Mob – continua Di Vincenzo – è il primo sistema di interconnessione trasportistico. Mettere insieme gli orari di ferrovie, autobus, dei vari gestori degli autobus permette di raggiungere i punti di interesse con più facilità”.

L’ultimo progetto in ordine di tempo è Ecosistema Digitale. “Si tratta di una struttura informativa del territorio che aggrega gli operatori territoriali. Ognuno lascia il suo sito, ma si avvantaggia dei contenuti di Ecosistema Digitale, quindi eventi, infrastrutture, calendari e tutte le informazioni utili. È un sistema complesso dal punto di vista relazionale e di qui il grande lavoro di animazione territoriale portato avanti dal Gal”.

LE FOTO

LA DIRETTA

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2021