BALCONI FIORITI AL POSTO DELLA SFILATA DEI CARRI PER LA 74ESIMA FESTA DEL NARCISO


ROCCA DI MEZZO – Lunga e riuscitissima – per la professionalità con cui è stata condotta e per i picchi di 300 spettatori contemporanei – diretta Facebook per la prima edizione virtuale della Festa del Narciso, che alla sua 74esima edizione è stata costretta a reinventarsi sostituendo la partecipatissima sfilata di carri alla decorazione dei balconi del paese.

Protagonista indiscusso è rimasto il narciso, fiore che spunta a primavera riempiendo l’intero altopiano delle Rocche.

Così una delle feste abruzzesi più attese ha adottato un formato digitale riscoprendo la tradizione dei Balconi fioriti, rivalutata lo scorso anno grazie alla sinergia tra la Pro loco e l’Associazione Culturale “Monti Naviganti”.

A partire dalle ore 15,30 si è potuto partecipare ad un tour virtuale tra le strade del paese di Rocca di Mezzo, e non solo, alla scoperta dei famosi balconi decorati nei modi più disparati ma sempre caratterizzati dal re dell’Altopiano: il narciso.

La manifestazione, promossa dalla Pro loco di Rocca di Mezzo e patrocinata dal Comune, dalla Regione Abruzzo, dalla Provincia dell’Aquila e dal Parco Sirente Velino, è stata accolta con entusiasmo da tutto l’Altopiano delle Rocche e ha visto la presenza di oltre 50 partecipanti. Chiunque si è prodigato per la realizzazione di capolavori decorativi.

Nonostante le innumerevoli difficoltà, questa edizione non ha fatto mancare una bellissima sorpresa. Infatti grazie all’impegno di numerosi volontari è stata ricostruita in parte “Porta Falsetto”, una delle porte storiche di accesso al borgo antico di Rocca di Mezzo. La struttura, realizzata ad hoc per la manifestazione, resterà comunque fruibile per l’avvenire mediante l’impiego di ulteriori materiali.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2020