BIRRIFICIO DELL’AQUILANO CHIUSO DAI CARABINIERI DEL NAS PER IRREGOLARITÀ


L’AQUILA – Inadeguatezze igienico sanitarie, violazioni amministrative riguardanti la registrazione, mancanza delle procedure di tracciabilità e rintracciabilità, indicazioni errate sulle bottiglie: per questi motivi, al termine di un controllo eseguito dai Carabinieri del Nas di Pescara, è stata disposta l’immediata sospensione dell’attività di un birrificio dell’Aquilano.

I militari per la tutela della salute – si legge sull’Ansa – hanno eseguito il controllo in collaborazione con l’Ispettorato centrale repressione frodi di Pescara, accertando le irregolarità.

Il dirigente del Servizio igiene alimenti e nutrizione (Sian) della Asl di Avezzano-Sulmona-L’Aquila, intervenuto sul posto, ha disposto l’immediata sospensione dell’intera attività, dal valore di circa un milione di euro.

Il legale responsabile del birrificio è stato segnalato all’autorità amministrativa e sanitaria. Le bottiglie di birra sono state sottoposte a sequestro amministrativo.