CHIETI, LA DIETA ANTIGELO CON FRUTTA E VERDURA DI STAGIONE PER DIFENDERSI DALL’INFLUENZA


CHIETI – Molta curiosità questa mattina nel mercato di Campagna Amica di Chieti, all’inizio in via Arniense, per la Giornata della Vitamina, dedicata alla promozione della frutta e della verdura di stagione capaci di rafforzare le difese immunitarie.

Bieta, zucca, carote, cavoli e broccoletti hanno fatto bella mostra tra i produttori agricoli che si sono cimentati in dimostrazioni e “rimedi della nonna” contro la temuta influenza, che secondo il rapporto epidemiologico Influnet ha messo a letto ben 1,6 milioni di italiani nelle prime due settimane di gennaio.

Ma la vera star della mattina è stato un frutto: il kiwi, di cui, al di là del nome e dell’origine, l’Italia è il principale produttore del mondo con oltre 480 mila tonnellate pari al 35 per cento della produzione mondiale.

Un frutto di largo consumo coltivato anche in Abruzzo, e in particolare in provincia di Chieti, con tantissime proprietà benefiche: un alto contenuto di vitamina C superiore addirittura al limone, all’arancia e al peperone ma anche di potassio e vitamina E, Rame, ferro oltre alla presenza di minerali e ad una azione rinfrescante, dissetante e diuretica, oltre che di potenziamento delle difese immunitarie. Presupposti da cui i produttori si sono cimentati in una serie di consigli, esposizioni e di dimostrazioni per i clienti incuriositi: centrifugati, insalate e antiche ricette per utilizzare al meglio le produzioni fresche e a chilometro zero.

“Una giornata dedicata alle vitamine in un periodo caratterizzato dal diffondersi dell’influenza stagionale – dice in una nota Coldiretti Abruzzo – la sana alimentazione è il primo passo per prevenire e affrontare i malanni di stagione”.

In occasione della giornata della vitamina nel mercato di Campagna Amica è stata infatti distribuita dai produttori la Dieta antigelo messa a punto da Coldiretti. Un vademecum in cui si evidenzia che, oltre a frutta a verdura ricca di antiossidanti, per sconfiggere l’influenza non devono mancare latte, uova e alimenti ricchi di elementi probiotici e, per alcuni esperti, anche il miele e l’aglio, che contiene una sostanza, l’allicina, particolarmente attiva nella prevenzione.

“Con la discesa del termometro arriva anche il “permesso” ad aumentare le calorie consumate in relazione ad attività, sesso, età e necessità personali. Fondamentale – sottolinea la Coldiretti – è assumere verdure di stagione, soprattutto quelle ricche di vitamina A (spinaci, cicoria, zucca, ravanelli, carote, broccoletti, ottimi anche cipolle e aglio possibilmente crudi per la valenza antibatterica non indifferente) perché danno il giusto quantitativo di sali minerali e vitamine antiossidanti che sono di grande aiuto per combattere le conseguenze dello stress del cambio di stagione sull’organismo”.

“Nella dieta – prosegue la Coldiretti – non vanno trascurati piatti a base di legumi (fagioli, ceci, piselli, lenticchie, fave secche) perché contengono ferro e sono ricchi di fibre che aiutano l’organismo a smaltire i sovraccarichi migliorando le funzionalità intestinali”.

“Per la frutta – evidenzia la Coldiretti – di grande importanza per il grande contenuto di vitamina C, è il consumo di frutta di stagione come i kiwi rigorosamente locali. Va anche ricordato che in un soggetto normale l’assunzione di proteine deve essere compresa tra 0,8- 1,3 grammi di proteine per chilo di peso corporeo, per cui – conclude la Coldiretti – una buona dose di carne nella dieta non può fare che bene”.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.