CICLOVIA DELLA FALANGHINA, IN BICI TRA I VIGNETI DELLA CITTÀ EUROPEA DEL VINO


TELESE TERME – Pedalare attraversando il Sannio e scoprendo i vigneti, le cantine, gli itinerari storici ed i borghi suggestivi della capitale europea del vino, il prestigioso riconoscimento assegnato al distretto beneventano da Recevin (European Network of Wine Cities), la rete delle 800 Città del Vino presenti in 11 Paesi europei.

Continuano, dunque, le iniziative promosse da Sannio Falanghina “Città europea del Vino 2019” per valorizzare l’intero territorio e favorire nuove forme di turismo sostenibile, supportate anche dal programma di treni storici e turistici connessi agli eventi.

Domenica 14 aprile, a Telese Terme (Benevento), è in programma l’inaugurazione dell’itinerario ciclabile che consentirà a turisti ed appassionati di percorrere in bici strade a basso traffico ed interpoderali.

In particolare, il percorso prevede 30 km da Telese a Guardia Sanframondi – tra vigneti, degustazioni in cantina, castelli e suggestivi paesaggi del vino – e rappresenta un importante tassello di un progetto molto più ambizioso: una grande ciclovia che collegherà Benevento con la Reggia di Carditello, passando per la Valle Telesina, grazie all’iniziativa dei Comuni della tratta ferroviaria Napoli-Bari, che hanno già firmato un protocollo, e della Fondazione Carditello.

Partenza dalla stazione ferroviaria di Telese Terme, domenica alle ore 10,30 (percorso ad anello), e ritrovo alle ore 11 al lago di Telese. Previsto anche un treno storico speciale per raggiungere il Sannio, con partenza da Napoli e da Caserta.

Lunedì 15 aprile, alle ore 18,30 presso la sala consiliare del Comune di Castelfranci (Avellino), terzo info day dedicato alla presentazione del progetto BioWine (Biological Wine Innovative Environment) – dopo i primi due appuntamenti già effettuati il 16 marzo a Caggiano ed il 25 marzo a Matera – alla presenza dei sindaci dei territori coinvolti, di Maurizio Petracca, presidente della commissione Agricoltura della Regione Campania e di Rosetta D’Amelio, presidente del Consiglio regionale della Campania.

Il progetto. finanziato dal Pon Governance e capacità istituzionale 2014-20 (Agenzia per la Coesione Territoriale, Fondo Sociale Europeo – Fondo Europeo di Sviluppo Regionale), prevede il trasferimento di conoscenze e buone pratiche gestionali ed amministrative pubbliche e degli strumenti operativi già adottati dai Comuni dell’area del Prosecco Superiore Docg Conegliano Valdobbiadene, capofila il Comune di San Pietro di Feletto (Treviso), verso alcuni Comuni della Campania (Sannio beneventano ed area salernitana) e Basilicata.

L’obiettivo è definire, approvare ed adottare uno statuto intercomunale di Paesaggio rurale, nell’ambito di un quadro normativo unitario, condiviso dalle amministrazioni locali e concordato con gli attori della filiera vitivinicola ed agricola, per armonizzare le politiche ambientali e urbanistiche.