CINGHIALI, PROVINCIA L’AQUILA APRE INDIRIZZO EMAIL DEDICATO ALLE SEGNALAZIONI


RAIANO – “La possibilità di una recinzione della Riserva di Raiano, l’attivazione di un numero verde che consenta nell’immediato al cittadino e all’agricoltore di segnalare la presenza degli ungulati, una migliore gestione della fauna all’interno dell’area protetta da parte dell’Ente Parco, la possibilità di condividere con l’Ente Parco il rilascio di un nulla osta annuale per intervenire nelle aree protette e limitrofe, andando così a snellire la burocrazia amministrativa oggi troppo cavillosa”.

Sono le richieste che gli allevatori e gli agricoltori della Valle Peligna hanno chiesto agli assessori regionali Dino Pepe, all’Agricoltura, e Lorenzo Berardinetti, nominato da pochi giorni con deleghe ancora da definire, in occasione di un incontro chiesto dalla portavoce delle aziende agricole Ombretta Petrella.

Le imprese sono tornate a chiedere di porre un freno al crescente impatto negativo dei cinghiali sulle produzioni agricole rilevato negli ultimi anni e al pericolo per il cittadino.

“Insieme a Pepe e Berardinetti si è valutata l’importanza anche di piano di comunicazione, ed infatti la Polizia Provinciale, quale autorità preposta al coordinamento del controllo dei cinghiali ha attivato una e-mail, polizia.provinciale@provincia.laquila.it, per la segnalazione della presenza di questi ungulati onde consentire una migliore pianificazione delle attività che si andranno a coordinare con gli Ambiti territoriali di caccia”, dice la Petrella in una nota.

“A questo indirizzo si debbono inviare le richieste di intervento in selecontrollo per la specie cinghiale. È importante che anche i sindaci diano una corretta informazione dello strumento delle segnalazioni”.