CORONAVIRUS, IL COMUNE DI PESCARA LANCIA UNA RACCOLTA FONDI


PESCARA – Anche il Comune di Pescara si inserisce nella grande catena di solidarietà in favore di chi opera quotidianamente per contrastare il coronavirus.

L’amministrazione guidata dal sindaco Carlo Masci ha messo a disposizione il conto corrente del Comune per chi volesse fare una donazione per l’acquisto di materiale sanitario.

“Ci sono tanti pescaresi che vogliono fare di più – ha detto Masci – con un senso di altruismo che fa onore a questa città e a questa comunità. Un benefattore della nostra città ha già offerto diecimila euro. Potrete partecipare a questa grande missione anche con una piccola somma di pochi euro, perché la solidarietà vera si misura persino con i piccoli gesti. Noi tutti siamo chiamati a fare la nostra parte, e anch’io la farò e sarò tra i primi insieme agli assessori e ai consiglieri che vorranno seguirmi, non per dare l’esempio ma perché ritengo che questo sia un preciso dovere verso chi è più sfortunato di noi”.

Masci ha anche ricordato il prezioso contributo non solo di medici e infermieri, ma anche di tutti coloro che assicurano beni di prima necessità, nei negozi, così come “i postini che ci recapitano corrispondenza e pacchi; le forze dell’ordine che presidiano il territorio; i pescaresi che vivono quotidianamente nelle proprie case la rinuncia responsabile a uscire”.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.