FATTORIA SMART, LA SPESA A KM 0 IN TEMPI DI CORONAVIRUS


SPOLTORE – Aiutare il territorio, attraverso “la promozione e la vendita di prodotti a km 0” e, allo stesso tempo, “salvaguardare i cittadini, evitando troppi spostamenti”. È la doppia mission di Fattoria Smart, piattaforma creata da tre imprenditori di Spoltore (Pescara) trapiantati a Crema nell’ottobre del 2017.

Il progetto è nato in piena emergenza Covid-19 per sostenere produttori e consumatori di tutto lo Stivale.

Fattoria Smart è, infatti, un’autentica “vetrina” in cui i coltivatori diretti, negozi di frutta e verdura, alimentari e macellerie si fanno conoscere e i clienti hanno la possibilità di contattarli e ricevere gustose prelibatezze direttamente a casa. È necessaria la registrazione, assolutamente gratuita, sia per proporsi al pubblico delle rete che per acquistare i prodotti.

Fattoria Smart nasce da un’idea di Melinda Kovács, titolare dell’e-commerce www.melimello.it, coaudiuvata da Massimiliano Guerra, titolare della ditta Infobytes, che ha realizzato il sito, e da Szilard T. Veres, esperto di digital marketing.

“L’intento è quello di salvaguardare i cittadini evitando troppi spostamenti, permettendo di ricevere la spesa a domicilio, senza correre rischi di diffondere o contrarre il virus e, soprattutto, con un netto risparmio di denaro e tempo” spiega Massimiliano Guerra a Virtù Quotidiane. “La mission è anche quella di aiutare le comunità locali mediante la promozione e la vendita di prodotti a km 0, realizzati attraverso un’economia responsabile e rispettosa dell’ambiente”.

Il progetto coinvolge “aziende agricole, piccoli alimentari, macellerie, negozi di frutta e verdura che offrono ai clienti la consegna a domicilio o la spedizione in tutta Italia. Molte persone magari non sanno che c’è un negozio proprio a 50 metri da casa che può consegnare la spesa. Nasce come sito di settore, quindi legato all’agricolo, ma ci rivolgiamo anche ad altre realtà”. Ci sono, poi, i consumatori, che “hanno un’ampia libertà di scelta sui prodotti da acquistare”, abbandonando le file.

Fattoria Smart è attiva dal 18 aprile. In pochi giorni, alla data del 22 aprile, vi avevano già aderito 26 aziende di sette regioni: Abruzzo, Calabria, Campania, Emilia-Romagna, Lombardia, Piemonte, Veneto. Numeri in costante crescita, come pure quelli dei consumatori, “che aumentano di ora in ora”.

Per quanto riguarda l’Abruzzo, le prime ad aderire sono state realtà di Città Sant’Angelo, Moscufo, Pescara e Spoltore.

Com’è strutturata la vetrina virtuale? “A ciascuna azienda viene fornita una scheda personale, contenente i recapiti, eventuali siti web, i prodotti e i servizi offerti, foto e prezzi – spiega Massimiliano – La scheda può essere trovata anche in base a diverse opzioni: prodotti, province e regioni. Il consumatore, così, è libero di scegliere il venditore a lui più congeniale e può mettersi in contatto diretto, procedendo quindi all’acquisto dall’azienda”.

Sono ordinabili svariati prodotti alimentari, tra cui: “frutta, verdura, formaggi, salumi, carni, uova, olio, vini, confetture, succhi di frutta, miele, aceti, pasta, farine”.

Al consumatore, oltre all’iscrizione al sito, “è richiesta una recensione da lasciare all’azienda da cui si è effettuato l’acquisto, per poter aiutare altri consumatori nella scelta degli operatori. L’intero progetto è completamente gratuito per tutti”.

Un’occasione per scoprire le realtà locali con la comodità di farsi consegnare prodotti a km 0 a domicilio.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2021