SPRECHI ALIMENTARI E POVERTÀ, ALL’AQUILA PRIME DUE ATTIVITÀ DONANO PER “FOOD FOR LIFE”

Punto Basilio alla Mensa Celestiniana dell'Aquila

L’AQUILA – Combattere gli sprechi alimentari e al tempo stesso redistribuire beni per le famiglie bisognose.

È lo spirito del progetto Food for Life, voluto da Regione Abruzzo e operativo dallo scorso gennaio alla Fraterna Tau dell’Aquila. Un percorso partito dalla mensa dei poveri in zona Piazza D’Armi, nel capoluogo abruzzese, già prima dell’emergenza economica dovuta al contagio da coronavirus, e ora rimodulato in base alle esigenze legate alla pandemia.

Nella fattispecie si tratta di un’attività di sensibilizzazione presso i tanti bar e ristoranti che in questo periodo hanno dovuto abbassare le serrande, affinché possano donare prodotti in scadenza o non utilizzati alla mensa celestiniana dell’Aquila.

Gli obiettivi di Food for Life sono principalmente due: da un lato contribuire all’assistenza di chi soffre la povertà, dall’altro incentivare al consumo e alla produzione responsabili. I primi due esercizi dell’Aquila che in queste settimane hanno aderito al progetto sono la pizzeria Peste e Corna e il bar Punto Basilio, di proprietà di Marco Signori (nella foto). Nel primo caso è stata donata pizza e pane, nel secondo prodotti surgelati, oltre che dolciumi e snack per i bimbi.

Dall’esperienza di Fraterna Tau è stato riscontrato un aumento delle fasce di popolazione a rischio esclusione e in condizioni di precarietà abitativa, mentre i dati nazionali hanno confermato negli anni scorsi tra i tassi più alti al mondo di spreco di cibo distribuito tra quello domestico, della distribuzione e della ristorazione.

Si vogliono, quindi, contrastare condizioni di fragilità e di svantaggio promuovendo attività di recupero delle eccedenze alimentari e sensibilizzando i cittadini e i consumatori sulla tematica.

Per questo, accanto al centro senza fissa dimora attivo da anni nell’area di Piazza D’Armi, e a uno sportello di ascolto per intercettare i bisogni, verranno stipulati degli accordi con le attività commerciali della città per il recupero delle eccedenze alimentari ed avviata una compagna di sensibilizzazione sullo spreco alimentare.

Food for Life assume ancora più importanza alla luce dell’emergenza economica da Covid, che ha colpito fortemente migliaia di famiglie anche in Abruzzo. È possibile aderire o chiedere informazioni sul progetto al 351-7944859.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2022