GEMELLAGGIO TRA L’AQUILA E NAPOLI IN NOME DELL’INNOCENTE VITTIMA DI CAMORRA ANNALISA DURANTE


L’AQUILA – Venerdì prossimo, 17 gennaio alle ore 17 presso la sede di Sassa (L’Aquila), in via Duca degli Abruzzi, si celebrerà il gemellaggio tra l’Associazione Annalisa Durante di Napoli e il Punto Luce dell’Aquila, progetto promosso da Save the Children a contrasto della povertà educativa sul territorio con Uisp L’Aquila Aps come partner operativo, in attuazione di un percorso di rigenerazione su scala nazionale, promosso dal quartiere napoletano di Forcella in memoria della vittima innocente di camorra Annalisa Durante, uccisa il 27 marzo 2004 nel corso di uno scontro armato tra esponenti di clan rivali.

L’assessore all’istruzione e al sociale del capoluogo abruzzese Francesco Bignotti, unitamente al coordinatore del Punto Luce dell’Aquila Domenico Capanna, alla referente dell’associazione Libera Pupazzeria di Roio Piano Silvia Di Gregorio e alla presidente del Circolo di Legambiente L’Aquila Rita Maione, riceveranno la delegazione napoletana guidata dal papà di Annalisa Giovanni Durante, dal presidente dell’Associazione Giuseppe Perna e dal prof. Elviro Langella, coordinatore del progetto “La Meridiana dell’Incontro”.

“Abbiamo fortemente creduto in questo gemellaggio – ha sottolineato il presidente dell’associazione Annalisa Durante – per promuovere una rigenerazione sociale che tragga la sua forza dal valore della memoria. A Napoli stiamo promuovendo una rinascita del quartiere Forcella, partendo dalle origini di Neapolis e dalla triste vicenda di Annalisa Durante, da cui si è generata una gran voglia di riscatto per riconquistare il diritto alla feliclità: due memorie, che vivono ancora oggi attraverso le testimonianze antiche della fondazione greca e attraverso le attività sociali e culturali per la giustizia e la legalità. Abbiamo scelto L’Aquila perché è una terra che viene fuori da un forte dramma, quale quello del terremoto, dal quale non ci si può riscattare ricostruendo solo un tessuto urbano, ma anche e soprattutto un tessuto sociale ed identitario”.

Non è un caso che tale gemellaggio si celebri nella giornata dedicata a Sant’Antonio Abate, il cui fuoco rigeneratore, secondo l’antica tradizione, scacciò il male per far posto al bene, come è stato rimarcato dal prof. Langella nella “Favola di Giacomino”, dedicata ai fratelli Scuotto, messa in scena per “La Meridiana dell’incontro”, con le Guarattelle di Roberto Vernetti, presso la Biblioteca di Annalisa nel rito della luce solstiziale dello scorso 21 dicembre celebrato a Forcella per ricordare la fondazione di Neapolis, avvenuta nel Solstizio d’inverno del 472 a.c.

E non è un caso che il Punto Luce dell’Aquila abbia coinvolto nel percorso di gemellaggio con Napoli l’associazione Libera Pupazzeria, che potrà affiancare alle Guarattelle di Roberto Vernetti le splendide Pupazze della tradizione abruzzese, che i ragazzi dell’Aquila realizzeranno con le proprie mani e porteranno a Forcella il 19 febbraio prossimo al successivo evento che si terrà presso il Teatro Trianon Viviani, in nome della feliclità, nel giorno in cui Annalisa Durante avrebbe compiuto 30 anni.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.