GUIDA MICHELIN, L’ABRUZZO PERDE ANCORA TERRENO: CINQUE STELLE PER IL 2021


L’AQUILA – L’Abruzzo perde ancora terreno e dice addio un’altra stella nell’edizione 2021 della Guida Michelin: come prevedibile, dopo la scelta dello chef William Zonfa, il ristorante Magione Papale dell’Aquila esce dalla “rossa” (comparendo nella lista “Chiusura per cessata attività o a tempo indeterminato”).

Confermano le Tre Stelle il Casadonna Reale di Niko Romito a Castel di Sangro (L’Aquila) – allo chef va anche il Premio Speciale Mentore 2021 – e Una Stella Villa Majella della famiglia Tinari a Guardiagrele (Chieti), Al Metrò di Nicola Fossaceca a San Salvo (Chieti), La Bandiera della famiglia Spadone a Civitella Casanova (Pescara) e il D.One dello chef Davide Pezzuto a Montepagano di Roseto degli Abruzzi (Teramo).

La presentazione stamattina in diretta streaming, condotta da Petra Loreggian e con il direttore Comunicazione di Michelin Italia Marco Do.

Complessivamente, sono 11 i Tre Stelle, 37 i Due Stelle e 323 i ristoranti Una Stella, per un totale di 371 insegne nella 66esima edizione della prestigiosa guida. La Lombardia rimane la regione più stellata, il Piemonte, con 2 novità, è sempre in seconda posizione, mentre la Campania, con 3 novità, si colloca al terzo posto del podio. A seguire, la Toscana è la regione più ricca di novità e, infine, il Veneto con due novità.

Tra le province, Napoli è sempre in vetta con 28 ristoranti, Roma conferma la seconda posizione con 23. Milano, scivola dal terzo al quinto posto con 17 ristoranti, alle spalle di Bolzano con 20 e Cuneo a quota 19.

Nata in Francia nel 1900 come piccola guida che avevano voluto i fratelli Édouard e André Michelin, i fondatori della Michelin, per aiutare le poche migliaia di automobilisti francesi alle prese con un viaggio che, allora, era spesso avventuroso, nell’edizione italiana 2021 propone ai suoi lettori oltre 2.600 indirizzi tra alberghi e ristoranti.

L’Abruzzo, già lo scorso anno era uscito ridimensionato rispetto all’anno precedente, con la perdita del ristorante Les Paillotes di Pescara.

Quattordici, infine, i Bib Gourmand, che offrono cucina di qualità con un menu completo a meno di 35 euro: Casa Elodia a Camarda (L’Aquila), Taverna dei Caldora (Pacentro), Da Giocondo a Rivisondoli (L’Aquila), Clemente a Sulmona (L’Aquila), Locanda del Barone a Caramanico Terme (Pescara), Trita Pepe a Manoppello Scalo (Pescara), Estrò a Pescara, Taverna 58 a Pescara, Osteria dal Moro a Giulianova Lido (Teramo), Borgo Spoltino a Mosciano Sant’Angelo (Teramo), Bacucco d’Oro a Mutignano di Pineto (Teramo), 3 Archi a Notaresco (Teramo), Vecchia Marina a Roseto degli Abruzzi e Spoon a Teramo. (m.sig.)

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2021