IL 55% DEI PRODUTTORI DI VINO INSODDISFATTO DEL RAPPORTO CON L’HORECA


ROMA – Il 55% dei produttori del vino considera “non soddisfacente” il rapporto con il canale Horeca-Italia, il 20% “molto buono” e il 25% “accettabile”, ma sempre necessitante di modifiche.

È quanto emerge da un’indagine Wine Meridian, realizzata in collaborazione con Witaly/Porzioni Cremona, sul rapporto tra la ristorazione italiana e i produttori di vino. L’analisi è stata presentata con una conferenza dal titolo “Vino e ristorazione: cercasi nuova alleanza” e promossa dalla cantina Al Monte di Livio.

La ricerca, condotta prendendo in considerazione il punto di vista dei produttori di vino e quello degli operatori del mondo della ristorazione attraverso domande simili, ha messo in luce inoltre che il 55% degli imprenditori del vino sarebbe disposto a offrire un supporto aggiuntivo per migliorare lo sviluppo vendite all’interno del canale Horeca proponendo attività di promozione in ristoranti ed enoteche, mentre il 25% formazione al personale di sala ed il 20% consegne just in time.

Tra le richieste alle aziende di vino in fatto di approccio nei confronti della ristorazione i titolari di locali hanno invece proposto nel 30% dei casi una maggiore disponibilità in promozione.

Sui criteri invece di selezione delle aziende e dei vini presenti in carta le risposte maggioritarie si sono rivelate allineate tra chi sceglie secondo le proprie preferenze personali (30%) e chi in relazione ai consigli e alle proposte dei distributori ed agenti (30%). Un 20% si fa guidare da un rapporto di conoscenza diretta dell’azienda.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.