ITALIA A TAVOLA, MARZIA BUZZANCA VOLA IN FINALE COME “PERSONAGGIO DELL’ANNO”


L’AQUILA – L’abruzzese Marzia Buzzanca, pioniera della pizza a degustazione, vola in finale all’annuale premio di Italia a Tavola “Personaggio dell’anno dell’enogastronomia e dell’accoglienza”.

Dopo Gabriele Bonci, icona della pizza di nuova generazione, è infatti la più votata nella categoria pizzaioli ed emerge anche tra le altre previste dal concorso (Cuochi, Pasticceri, Sala e Hotel, Barman e Opinion leader).

La pizzaiola sommelier originaria di Teramo e aquilana di adozione, che dallo scorso anno tiene le redini dell’Hofstätter Garten a Termeno sulla strada del vino (Bolzano), ha superato i 16mila voti ed è seconda dopo Bonci (più di 17mila) e prima di Gino Sorbillo, staccato di qualche centinaia di voti.

In gara dall’Abruzzo c’erano anche Niko Romito del Reale Casadonna di Castel di Sangro (L’Aquila) e Davide Pezzuto del D.One di Montepagano di Roseto degli Abruzzi (Teramo) tra i Cuochi, e Ida Di Biaggio di Pescara e Fabiola Frisa di Penne tra i Pasticceri.

Oggi alle ore 12,00 si chiude il secondo turno, dopodiché si potrà votare ancora sul sito del quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza fino alla mezzanotte del 15 febbraio 2021.

Il sondaggio non si propone si stilare classifiche di merito, ma solo lasciare al pubblico la possibilità di votare chi ha rappresentato al meglio il settore dell’horeca e dell’enogastronomia italiana nel 2020.

Per ciascuna delle 6 categorie si possono esprimere da 1 a 3 preferenze. La votazione è valida se viene espressa almeno 1 preferenza in una sezione.

Come lo scorso anno, le votazioni si svolgeranno in tre turni: al termine del primo e del secondo turno il numero dei candidati in ogni categoria sarà ridotto, passando da 36 a 12 e poi da 12 a 6; nel terzo ed ultimo turno i 6 candidati più votati al secondo turno si sfideranno per la vittoria del titolo di Personaggio dell’anno nella propria categoria di appartenenza. Col passaggio al turno successivo, i candidati ripartiranno tutti da zero voti.

La classifica parziale dei più votati verrà azzerata ad ogni turno: questo permetterà ai candidati più votati di passare allo step successivo, ripartendo comunque da zero. Questa nuova modalità di votazione permetterà un maggiore coinvolgimento del pubblico per tutto il periodo del sondaggio. Chi avrà espresso le sue preferenze al primo turno, al secondo potrà ripetere l’operazione sostenendo gli stessi candidati oppure nomi diversi. E chi al termine delle 9 settimane risulterà vincitore saprà di avere ricevuto il sostegno di tutti, anche di chi inizialmente non lo aveva sostenuto. Le votazioni avranno così più valore e i candidati sapranno di doversi attivare fin da subito per invitare al voto, per non rischiare di restare esclusi al termine del primo e del secondo turno.

In tutti e tre i turni si possono esprimere da 1 a 3 preferenze in almeno una delle 6 categorie di candidati. Ogni utente potrà quindi votare per un totale di 18 candidati in ognuno dei 3 turni. Si potrà votare una sola volta per turno. Indipendentemente dal numero di preferenze espresse, ogni votante sarà conteggiato una sola volta per turno.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2021