LA COZZA DEI TRABOCCHI, STRUTTURE DI VENDITA, NUOVI APPRODI E ITTITURISMO, ECCO I PROGETTI DEL FLAG


ORTONA – Strutture di vendita per il pescato locale, riqualificazione degli approdi, sostegni alla piccola pesca, valorizzazione delle specie più tipiche del mare Adriatico e poi sostegni per incrementare il turismo esperienziale in mare. Sono tante le attività promosse dal Flag Costa dei Trabocchi, il gruppo di azione locale che riunisce tutti i comuni della costa chietina e che si occupa di realizzare interventi concreti per il miglioramento del settore della pesca e dei territori costieri.

Il pacchetto di interventi si affianca alla consueta organizzazione delle “Stagioni del Mare. Dalla rete al piatto”, l’iniziativa di promozione del pescato locale attraverso i ristoranti della Costa dei Trabocchi giunta alla sua nona edizione e alla quarta estate. Fino al primo agosto (dal 13 luglio) esclusi i sabati e le domeniche, 15 ristoranti della provincia di Chieti proporranno menù a prezzi vantaggiosi utilizzando solo pesce fresco, locale e di stagione, in abbinamento a vini di qualità del territorio.

La presentazione dell’edizione estate 2021 delle Stagioni del Mare è stata anche l’occasione di fare il punto delle tante attività che rientrano nel programma, finanziato dall’Unione europea, attraverso la Regione Abruzzo portato avanti dal Flag.

“Sono stati mesi intensi – spiega a Virtù Quotidiane Valerio Cavallucci, direttore del Flag Costa dei Trabocchi – che ci hanno consentito da un lato di portare a conclusione alcune attività già programmate e avviate negli anni passati e dall’altro lato di seminare ulteriormente”.

Tra i progetti concretizzati, si inseriscono “gli interventi per realizzare strutture per la vendita diretta del pescato locale a favore della marineria locale nei comuni di Ortona, Francavilla al Mare e Fossacesia. Tra pochi giorni renderemo note le graduatorie finali per un nuovo investimento per gli interventi di miglioramento degli approdi a Vasto e a Francavilla al Mare”.

Poi c’è l’ambito di miglioramento per la piccola pesca. “Tra qualche settimana – anticipa Cavallucci – pubblicheremo un bando dedicato alla piccola pesca per l’acquisto di attrezzature più selettive. Quando si pesca, spesso nelle reti c’è il sottotaglia che non può essere commercializzato e che diventa un problema di smaltimento dei rifiuti. Questo provoca anche un impoverimento del mare e non ce lo possiamo permettere. Abbiamo pensato, quindi, di supportare la piccola pesca, favorendo investimenti nell’acquisto di attrezzature più selettive, come ad esempio reti a maglie più larghe o nasse, che consentano di migliorare la qualità della pesca”. Il fondo da 120 mila euro verrà frazionato tra circa 40 pescatori.

Tra i progetti prossimi, c’è anche quello che riguarda la Cozza dei Trabocchi. “Qualche mese fa abbiamo fatto un bando a cui ha partecipato l’organizzazione dei produttori della Costa dei Trabocchi, che ci hanno presentato un piano di marketing per valorizzare la Cozza dei Trabocchi – specifica il direttore -. È un progetto interessante perché la cozza è un prodotto considerato tradizionalmente povero e di scarso rilievo a cui riusciremo a dare una giusta collocazione nel mercato, rivendicando le caratteristiche organolettiche del prodotto e del mare e dandogli uno spessore di carattere commerciale”.

Sul versante del turismo, il Flag punta ancora a far partire progetti di pescaturismo e ittiturismo. “Conoscere la nostra costa da turista su una barca da pesca, facendo pesca tradizionale – , conclude Cavallucci – crediamo possa essere una esperienza emotiva indimenticabile. Per questo puntiamo ad aggiudicare un finanziamento per far partire attività in questo ambito”.

LE FOTO

pubbliredazionale

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2021