L’IC DI NAVELLI LANCIA SPACE EDUPARK: REALTÀ AUMENTATA E GAMIFICATION PER STUDIARE I PIANETI

Ic Navelli
I ragazzi coinvolti

NAVELLI – Conoscenza del sistema solare, realtà aumentata e gamification nel progetto pilota Space EduPark portato avanti dall’Istituto comprensivo di Navelli, in collaborazione con ReMedia Italia, Space42 e ARmarket e finanziato dall’Agenzia spaziale  europea. 

Un’iniziativa che ha coinvolto le classi prime della scuola media di  Barisciano e di San Pio delle Camere che hanno avuto l’opportunità di studiare lo spazio ed il  sistema solare utilizzando una piattaforma di e-learning che sfrutta le applicazioni della realtà  virtuale e aumentata e le tecniche della gamification. 

I contenuti della piattaforma si ispirano al lavoro dell’Agenzia spaziale nel campo  dell’Osservazione della terra e del Sistema solare e sono stati proposti agli studenti sotto forma  di video, simulazioni e “serious games” al fine di rendere il processo di apprendimento  immersivo e motivante e di mantenere sempre vivi l’attenzione e l’interesse. 

La sperimentazione condotta ed i feedback forniti alle società organizzatrici consentiranno di validare il pilot e di fornire elementi utili ai suoi sviluppatori per apportare eventuali  miglioramenti. 

Un’iniziativa coordinata dal dirigente scolastico Alessandra De Cecchis, insieme alla responsabile del progetto, Maura Vaccarelli, e alle insegnanti di scienze Manuela Carchesio e Annarita Di Vincenzo. 

Tutti hanno espresso piena soddisfazione per i risultati raggiunti e per la  metodologia innovativa utilizzata che trova, all’interno dell’attuale scenario educativo, un’organica e coerente collocazione in riferimento alla dimensione tecnologica e digitale dei  nuovi ambienti di apprendimento.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2021