LO STORICO PASTIFICIO CERERE DIVENTA CAMPO DI CALCIO SOTTO LE STELLE


ROMA – Camilla Bellini, che ha raccontato la sua carriera tra studio e social, Zerocalcare, che ha dosato fumetti ed attualità, gli Zeroflow che hanno emozionato tra calcio e giocoleria, ma soprattutto i nuovi spazi: immaginati, realizzati e fotografati dai punti di vista più disparati, immaginando il futuro.

La Rome University of Fine Arts ha inaugurato le nuove aree all’interno del Pastificio Cerere: cuore pulsante del quartiere San Lorenzo, depositario immobile della Seconda guerra mondiale e della successiva rivalsa, custode rivoluzionario negli anni Settanta di arte in trasformazione.

Quelle stanze, ampie e alte come poche altre a Roma, si sono nuovamente riempite di creatività. Non solo colori e pennelli, scalpellini e pietre, ma anche e soprattutto contemporaneità, ricerca e tecnologia.

Nell’insieme si tratta di una superficie complessiva di circa 1500 metri quadri. Rufa, al secondo piano, ha collocato, in memoria della destinazione d’uso originaria, la Semoleria: un open space, in stile decisamente newyorkese, tra vetrate e terrazze che potrà essere usato per eventi e joint venture culturali.

In aggiunta al già noto Rufa Space, che accoglie mostre e dibattiti, è stato valorizzato anche il quarto piano con aule polifunzionali, un design-lab, macchine 3d, frese e stampanti a controllo numerico.

Ma la vera protagonista della grand opening, come tutte le cose non previste, è stata la Rufa Arena: un campo da street soccer con vista sui tetti della città.

L’Accademia di Belle Arti, legalmente riconosciuta dal Ministero dell’istruzione, ha dato così un senso del tutto diverso rispetto al proprio agire. La Rufa Arena è la declinazione perfetta di ciò che Rufa ricerca: la non convenzionalità, il pensare ed agire in modo differente.

“Rufa Arena – spiega in una nota l’amministratore delegato Alessandro Mongelli – non è solo un campo da street soccer unico nel suo genere. E Rufa è la prima Accademia in Italia ad aver progettato una struttura di questo tipo. È uno spazio in cui vivere il percorso formativo e studentesco in maniera attiva e non usuale. Docenti ed allievi potranno sfidarsi, cercando di andare in rete colpendo quella palla. Un’allegoria perfetta per coloro che nella vita si pongono degli obiettivi ben specifici. La collocazione geografica fa il resto: dalle stelle ai tetti di Roma il paesaggio è mozzafiato. Un nuovo capitolo, quanto mai avvincente, della Rufa-experience”.

Tutte le informazioni sul sito ufficiale dell’Accademia www.unirufa.it.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2022