PERICOLO GELATE PREOCCUPA PER LE PRIMIZIE NELL’ORTO


ROMA – Pericolo gelate per le primizie dell’orto arrivate in anticipo, dai carciofi agli asparagi, alle fragole, dalle fave alle zucchine. È l’allarme lanciato dalla Coldiretti per l’arrivo dell’ondata di freddo nelle campagne, dopo un caldo fuori stagione che ha stravolto i normali cicli colturali e accelerato il risveglio vegetativo delle produzioni con fioriture anticipate anche nei frutteti.

La Coldiretti ricorda che l’inverno appena trascorso si è classificato in Italia come il secondo più caldo dal 1800 a livello climatologico, facendo registrare una temperatura superiore di 2,03 gradi rispetto alla media di riferimento.

Allarme per le campagne, ricorda la Coldiretti, ma anche per 50 miliardi di api presenti sul territorio nazionale anch’esse ‘ingannate’ dal caldo, che sono uscite dagli alveari per ricominciare il loro lavoro di bottinatura ed impollinazione.

Ora il rischio è che il ritorno del freddo possa far gelare i fiori e quindi far morire parte delle api. Si tratta di una delle conseguenze dei cambiamenti climatici in atto anche in Italia, conclude la Coldiretti, dove l’eccezionalità degli eventi atmosferici è ormai la norma, con una tendenza alla tropicalizzazione che si manifesta con una più elevata frequenza di manifestazioni violente, sfasamenti stagionali che compromettono le coltivazioni nei campi con costi per oltre 14 miliardi di euro in un decennio.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.