“PIANETA MALDICENZA”, CON LA CONSEGNA DELL’AGNESINO D’ORO SI CHIUDE LA KERMESSE AQUILANA


L’AQUILA – Gran finale domani 18 gennaio, per la quindicesima edizione del festival “Il Pianeta Maldicenza”, la manifestazione allestita dai “Devoti di Sant’Agnese” e dalle altre congreghe che fanno parte del comitato organizzatore dell’evento, che si propone di far conoscere la tradizione tutta aquilana della maldicenza come sana e goliardica critica costruttiva e non come basso pettegolezzo.

A partire dalle 16, all’Auditorium del Parco, saranno rappresentati gli sketch del concorso d’arte critica, sulla base degli elaborati presentati da congreghe agnesine o singoli in seguito al bando dello scorso novembre, e selezionati da un’apposita commissione.

Due giurie assolutamente innovative valuteranno i lavori che andranno in scena. Una sarà quella degli psichiatri, composta dalla professoressa Rita Roncone, dal dottor Valter Marola, dalla dottoressa Emanuela Giovambattista, dalla professoressa Laura Giusti, dalla dottoressa Silvia Mammarella, dalla dottoressa Donatella Ussorio, dal dottor Paolo Del Vecchio e dalla signora Luigia Marcocci.
L’altra giuria è quella della Fondazione italiana Sommelier Abruzzo centrale, che ha fattivamente collaborato all’edizione di quest’anno del Festival, incentrato sul tema “Vino e Maldicenza”, e sarà formata da Antonello Moscardi, Emanuele Scipioni, Paolo Zazza, Piero Melonio, Gilda Bernabei, Anna Avitabile, Antonio Marzolo, Tomas Casale e Fabrizio Pelone.

Saranno loro a formare la graduatoria dei brani che andranno in scena all’Auditorium del Parco e che designeranno il lavoro vincitore. L’autore di quest’ultimo (l’unico ad essere reso noto, mentre quelli degli altri brani resteranno anonimi) riceverà dal sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi, l’Agnesino d’Oro 2020, intitolato a Ludovico Nardecchia.

Alla congrega agnesina abbinata all’autore risultato al primo posto andrà invece il “Labaro di Sant’Agnese”. L’ideazione e l’organizzazione dell’evento spettacolo è curata dalla compagnia teatrale “Il Gruppo dell’Aquila”, fondata da Franco Villani, per la regia di Rossana Crisi Villani.

Nel corso della manifestazione sarà assegnato anche il premio sezione Giovani intitolato alla ‘badessa’ Luciana Cucchiella.

Al termine, come di consueto, fuori dell’Auditorium saranno offerti bevande calde preparate dall’Associazione Nazionale Alpini “Iacobucci” dell’Aquila, la treccia di Sant’Agnese, ‘opera’ degli studenti dell’Istituto alberghiero dell’Aquila, dolci e salati delle “Devote di Sant’Agnese” e della congrega “Amici di Zeppetella” di Tornimparte.

L’iniziativa come ogni anno è patrocinata e sostenuta dal Comune dell’Aquila, con la Bper come sponsor.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2020