RINASCE A PRETURO L’ANTICO FONTANILE QUINZI, DOMENICA L’INAUGURAZIONE

Il fontanile Quinzi prima del restauro

L’AQUILA – Rinasce a Cese di Preturo (L’Aquila) l’area dell’antico fontanile Quinzi, sottoposto a un sapiente intervento di restauro e riqualificazione su iniziativa dell’ex Amministrazione separata dei beni di uso civico (Asbuc), oggi Aduc (Amministrazione del dominio collettivo dei beni di uso civico) dopo la legge di riforma.

Storicamente importante punto per la vita del paese, ancora oggi quello che i paesani chiamano semplicemente “Il fontanile” rappresenta un luogo identitario per la comunità locale.

Inserita in un contesto agricolo semi-naturale, l’area si trova a poca distanza dal centro abitato ed è posta lungo l’asse stradale Nord-Sud che dal centro del paese di Cese (nei pressi di Palazzo Quinzi) taglia la campagna sottostante per alcuni chilometri fino quasi al confine con il Comune di Scoppito.

Il restauro si deve appunto all’Aduc, guidata da Antonio Nardantonio, che dal 2012 ha avviato una serie di iniziative finalizzate a recuperare e valorizzare le risorse ambientali, culturali e storiche del territorio.

Con il patrocinio dell’Ordine degli architetti, è stato promosso un processo partecipativo e un concorso di idee che è stato vinto dall’ingegnere Eleonora Narducci e dall’architetto Sara Susi.

La cerimonia di riconsegna del Fontanile è in programma domenica prossima, 3 novembre a partire dalle ore 10,45.