SALGONO I PREZZI DI LUCE E GAS, E I CONTI AL RISTORANTE DIVENTANO SALATI


PESCARA – Ottobre è il mese del rincaro per le bollette di gas ed energia. I conti ultra salati cominciano ad arrivare anche nelle attività ristorative, generando spese che diventano esorbitanti e impongono ai gestori delle scelte che inevitabilmente alla fine toccheranno le tasche del cliente finale.

È un po’ il sunto della riflessione-sfogo che Marco Giuliani, titolare di ben tre attività targate Barrett a Bussi sul Tirino (il ristorante Lo Zio Barretti, il bistrot Barrett Food e l’agenzia di scommesse Barret Play) ha fatto nelle ultime ore attraverso i social.

“Quando vi parlano di aumenti del 40% vuol dire questo – scrive l’imprenditore, mostrando una bolletta della luce da più di 4.200 euro – . Quasi 2.000 euro in più di bolletta elettrica. Se lo moltiplicate per 3 locali potete percepire il dramma. Ecco spiegato perché non è possibile farvi mangiare con 20 euro. Sapete con chi prendervela…non di certo con noi ristoratori! Dopo il covid e le chiusure arriva la beffa! Vergogna!”, accusa Giuliani.

Stessa amarezza anche per Mario Palladinetti a Pescara gestore del ristorante Salsedine e della discoteca Natura. “Il caro luce è solo quello di cui si parla di più – dice a Virtù Quotidiane -. L’esempio più eclatante, ma alla fine i rincari sono su tutto. Il 40 per cento in più inevitabilmente inciderà sui costi. Ad oggi non è ancora tangibile, perché le prime bollette non sono ancora arrivate, ma credo che da gennaio soffriremo moltissimo. Stanno finendo di distruggere un’economia, già affossata dal Covid e tutti saremo costretti ad aumentare i prezzi”.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2022