SICCITA’ NEL FUCINO: RANIERI (M5S) CHIEDE DI REGOLARIZZARE LE IRRIGAZIONI

AVEZZANO – “Con il caldo torna il rischio siccità nel Fucino. Prima che i rischi si trasformino in emergenza è necessario che le amministrazioni comunali intervengano predisponendo misure di mitigazione dell’emergenza e che gli agricoltori comprendano la necessità di utilizzare in maniera responsabile, quanto più possibile, la risorsa idrica”.

Lo chiede il consigliere regionale del Movimento cinque stelle Gianluca Ranieri che propone alle amministrazioni dei comuni del bacino del Fucino, che ancora non l’abbiano fatto, di adottare un’ordinanza che vieti l’emungimento dell’acqua perlomeno 3 giorni a settimana in modo da consentire ai canali di riempirsi.

“Alle ordinanze, ovviamente, dovrà poi seguire un controllo serrato degli organi preposti affinché ci sia certezza che le regole stabilite vengano rispettate. A tal fine – dice – è opportuno richiedere l’intervento del prefetto perché vengano predisposti gli adeguati controlli e si riesca così ad evitare che alcuni si avvantaggino a danno di altri. Siamo solo nel mese di giugno e il problema già comincia a farsi sentire, cosa succederà ad agosto se non interveniamo subito?”.

“Alle misure di mitigazione dovranno poi seguire azioni incisive di regolazione e normalizzazione degli emungimenti, in attesa che venga avviata l’opera di infrastrutturazione irrigua che il territorio attende da anni, in primo luogo con il censimento dei pozzi privati e l’individuazione dei pozzi abusivi, che costituiscono un danno all’intera comunità degli agricoltori”, conclude Ranieri.

Articoli correlati