SULLE TRACCE DELLA FERROVIA DIMENTICATA L’AQUILA-CAPITIGNANO PER UN NUOVO SVILUPPO TURISTICO


L’AQUILA – Una iniziativa per la valorizzazione del territorio e per la riscoperta di valori culturali e sociali è al centro del progetto “Itinerario del cuore”, nell’ambito del Programma operativo nazionale per il potenziamento dell’educazione al patrimonio culturale, artistico e paesaggistico, che si concluderà sabato 1 giugno con un evento aperto alla cittadinanza.

Nello specifico il modulo intitolato “Itinerario del cuore” è finalizzato alla conoscenza, riscoperta e valorizzazione del territorio di Capitignano e dell’Alta Valle dell’Aterno per promuoverlo anche in chiave turistica.

In particolare gli studenti delle classi III e IV dell’Indirizzo Turismo dell’Istituto Amedeo d’Aosta dell’Aquila hanno focalizzato l’attenzione sulle vicissitudini legate all’antica ferrovia L’Aquila-Capitignano, studiandone la storia, le ragioni e le aspettative che ne hanno accompagnato la costruzione, il percorso e la vita che vi si svolgeva, le cause e le conseguenze della sua dismissione e del suo abbandono e le possibilità di un recupero e riutilizzo delle strutture dell’antico tracciato ferroviario.

Per conoscere le problematiche ad essa connesse gli alunni hanno analizzato l’intero territorio da diversi punti di vista: economico-produttivo, ambientale-naturalistico-paesaggistico, storico-culturale-artistico e sociale e umano.

Gli allievi sono stati guidati nel corso delle attività didattiche dalla professoressa Maria Lucia Carani e dal dott. Francesco Gioacchino Contu e seguiti dalla professoressa Filomena Persi in qualità di tutor.

Nella fase di formazione, inoltre, gli studenti hanno potuto usufruire anche dell’apporto del Centro Visite del Parco del Gran Sasso e Monti della Laga e della collaborazione del Comune di Capitignano che ha fornito la propria disponibilità a ospitare l’evento conclusivo del progetto nella sala consiliare e a collaborare per la sua felice realizzazione.

Nel corso dell’attività si è avuto inoltre il coinvolgimento degli allievi del plesso di Capitignano dell’Istituto comprensivo “Don Lorenzo Milani”, scuola partner della rete che si è candidata al finanziamento del Pon Patrimonio culturale, artistico e paesaggistico, attraverso laboratori didattici che hanno avuto per oggetto due tematiche fondamentali: la storia della ferrovia L’Aquila-Capitignano e gli aspetti naturalistici del territorio.

L’evento dell’1 giugno sarà l’occasione per la presentazione dei risultati del lavoro svolto dagli allievi e anche un momento di confronto sulle potenzialità turistiche e di sviluppo del territorio.

Chi desidera partecipare all’iniziativa, può prenotare il posto sull’autobus messo a disposizione dall’Istituto scolastico per raggiungere Capitignano, all’indirizzo email itinerariodelcuore@gmail.com.

Essendo limitato il numero di posti disponibili, è opportuno dare tempestiva comunicazione di adesione. Gli interessati, muniti di risposta di conferma di prenotazione, si ritroveranno davanti alla stazione dell’Aquila il giorno 1 giugno alle ore 14,15. Il rientro è previsto per le ore 19,30 circa.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2022