TUA, VENTI NUOVI AUTOBUS SMART SULLE STRADE ABRUZZESI


PESCARA – Si arricchisce il parco mezzi della Tua, l’azienda unica di trasporti abruzzese. Questa mattina, nella sede pescarese, sono stati presentati 20 nuovi autobus, acquistati con un investimento di circa 4,7 milioni di euro.

I nuovi pullman, che ampliano il parco da 800 bus, sono mezzi Iveco Crossway Line da 12 metri alimentati da motori Euro 6.

“Gli autobus della Tua hanno una vetustà importante che ci ha sempre costretto a lavorare in emergenza – ha affermato il presidente della Tua Gianfranco Giuliante – . Nonostante ciò l’azienda, che ogni giorno garantisce 4 mila corse in tutta la regione, ha una percentuale di disfunzioni dei mezzi pari allo 0,003 per cento e quindi ben al di sotto della media delle aziende italiane del settore. I nuovi autobus sono di ultimissima generazione, efficienti in termini di sostenibilità ambientale e sociale, in quanto privi di barriere architettoniche”.

I nuovi Iveco Crossway della Tua prevedono sistemi di digitalizzazione che permettono di rendere i mezzi pubblici “smart”; tutti i nuovi autobus, infatti, sono dotati di emettitrici e validatrici dei titoli di viaggio, del sistema conta-passeggeri alle porte, del Tvcc controllo porte (acronimo di televisione a circuito chiuso), di telecamera interna, computer e rete telematica di bordo per interfacciarsi in qualsiasi momento con la centrale operativa.

Alla conferenza stampa di presentazione hanno partecipato oltre al presidente e al direttore generale Tua Maximilian Di Pasquale, il presidente della Giunta regionale, Marco Marsilio e Raffaele Romita, area manager Iveco.

“I nuovi mezzi implementano la sicurezza in favore degli utenti – ha sottolineato il governatore Marsilio – e sono performanti in tema ambientale. A ciò si aggiunge l’aspetto economico: la nuova dotazione, infatti, produce un risparmio di 200 mila euro annui sul bilancio Tua”.

Ogni nuovo autobus garantisce a Tua un abbattimento dei costi stimato di circa 11.000 euro dovuti alla riduzione delle spese del carburante grazie alla maggiore efficienza di motori di ultima generazione (euro/bus 3.000), alla riduzione dei costi manutentivi (servizi, manodopera, ricambi fino a euro/bus 5.000) e allo sconto accisa fiscale di cui possono beneficiare i motori Euro 6 (euro/bus 3.000).

“Siamo orgogliosi di continuare il nostro rapporto con la Tua – ha aggiunto Romita della Iveco – che ormai prosegue da diversi anni. Questo rende la società di trasporti regionale per la Iveco non più un cliente, bensì un partner con cui lavorare fianco a fianco per migliorare la soddisfazione del vero cliente, ossia il passeggero”.

I nuovi mezzi sono stati assegnati ai diversi territori abruzzesi: 6 opereranno nella provincia di Chieti (2 assegnati all’unità di produzione di Chieti e 4 a quella di Lanciano), 3 in quella di Pescara (2 Pescara extraurbano e 1 Pescara urbano), 6 nella provincia dell’Aquila (2 all’unità di produzione del capoluogo, 1 ad Avezzano e 3 a Sulmona) e 5 a Teramo (3 all’unità di produzione di Teramo, 2 in quella di Giulianova).

La presentazione dei mezzi è stata anche l’occasione per il presidente Tua di lanciare un appello, subito raccolto con l’impegno a verificarne la fattibilità, alla Regione.

“Nel 2016 – ha ricordato Giuliante – il governo regionale ha licenziato una legge che dovrebbe introdurre un taglio del 5 per cento sul monte chilometri del trasporto unico locale. Se venisse applicata, si avrebbe un abbattimento di 1,5 milioni di chilometri nel territorio abruzzese, a esclusione delle aree colpite dal terremoto. Questo creerebbe moltissime difficoltà specie nelle zone interne. Chiediamo alla Regione l’abrogazione di questa normativa, che al momento non è mai stata applicata, così da consentire una programmazione successiva che sia puntuale e produttiva per gli utenti”.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.