VINO, CASTAGNE E ORTI PER LA PENULTIMA DOMENICA D’OTTOBRE IN ABRUZZO


L’AQUILA – Orti da scoprire, storie da ascoltare e l’immancabile abbinata vino e castagne: ce n’è per tutti i gusti nella penultima domenica d’ottobre in Abruzzo.

A Senarica di Crognaleto (Teramo) edizione numero dodici della Festa della Castagna, appuntamento autunnale dedicato al prodotto principe del territorio “Lu ‘Nzite”, che coniuga l’evento gastronomico con il tema della tutela della aree interne. Grande protagonista della Festa naturalmente la castagna di Senarica, che personalizzerà l’intero menù, dai primi ai dessert. Tra i piatti proposti: zuppa fagioli e castagne, gnocchi alla farina di castagne, arrosto di maiale al forno con granella di castagne, calcionetti, caldarroste, oltre ai classici timballo, “pizzonte”, salsicce e arrosticini. In accompagnamento birre artigianali e vin brulé.

A San Felice d’Ocre (L’Aquila) torna la tradizionale Sagra della Castagna. Negli stands al coperto si potranno assaggiare ceci e castagne, spezzatino con castagne, pennette all’arrabbiata, pennette “La Solagna”, bistecche, salsicce, pizze fritte e caldarroste. Naturalmente non mancheranno i fantastici dolci a base di purea di castagne: tronchetti, cannoli, crostate, ferratelle, moretti, pan di castagne e molto altro ancora.

Domenica una passeggiata guidata dall’accompagnatore di media montagna Ferdinando Lattanzi condurrà dal paese al convento di Sant’Angelo d’Ocre, alla scoperta del rarissimo Goniolimon Italicum, pianta dalla provenienza misteriosa, e agli “Orti dei frati”, dove saranno raccontati i progetti, le prove “oltre il bio” effettuate e si potrà raccogliere l’uva pizzutilla. A parte, vendita dell’aglio coltivato negli incontaminati terrazzamenti del convento.

È dedicata alle castagne anche la festa in programma a Carsoli (L’Aquila), dove l’accensione della Rostera Gigante in mattinata dà il via alla cottura delle caldarroste che va avanti fino a sera. Pranzo in piazza con la polenta macinata a pietra con salsicce al sugo servita nella tradizionale “scifetta” di legno. Nel pomeriggio ballo della pupazza. Informazioni al 347-5312511.

A Stiffe di San Demetrio Ne’ Vestini (L’Aquila) inaugura ufficialmente L’Aquilandia-l’Abruzzo Aquilano in miniatura, parco tematico realizzato nel complesso turistico delle Grotte. Il programma della giornata, dopo le brevi relazioni del presidente della Progetto Stiffe Spa, Gateano Serafino, ed il saluto del vicepresidente e assessore al Turismo della Regione Abruzzo, Giovanni Lolli e delle istituzioni presenti, prevede due interessanti iniziative storico-culturali: il convegno (ore 11,30), a cura dei professori Fabio Redi e Raffaele Colapietra, dal titolo “L’Aquila dai Normanni agli Aragonesi: archeologia e storia della città” e la rappresentazione (ore 15) di “L’assedio di Fortebraccio a Stiffe, 1423-1424”, rievocazione della battaglia che per un anno stremò il capoluogo e il suo contado, a cura della Compagnia Rosso D’Aquila.

Al Teatro dei 99 dell’Aquila, domenica alle 18, “Nessuno lo sapeva che eravamo santi”, una pièce liberamente tratta dall’omonimo poemetto di Eraldo Miscia, scrittore ed intellettuale abruzzese, con drammaturgia e regia di Eva Martelli, prodotto dalla Compagnia teatrale “Il piccolo resto” in collaborazione con l’Associazione L’Altritalia. Uno spettacolo sull’Italia del dopoguerra, l’emigrazione, la triste vicenda dell’incidente nella miniera del Bois Du Cazier a Marcinelle nel 1956 che causò la morte di 262 minatori, di cui 136 italiani, la maggior parte abruzzesi.

A Civitella Roveto (L’Aquila) torna “Lungo le antiche rue”, evento enogastronomico d’autunno tra i più apprezzati d’Abruzzo. Saranno 85 le cantine aperte, tutte con etichette abruzzesi, e 18 gli stand che accompagneranno i visitatori da domani a domenica. L’evento è organizzato dalla Pro loco di Civitella guidata da Livio Lelli, in collaborazione con l’amministrazione comunale guidata da Sandro De Filippis.

E domenica prossima, 29 ottobre, eventi, luoghi e percorsi con il paesaggio e l’olio d’oliva sono i protagonisti della prima giornata nazionale Camminata tra gli Olivi, promossa dalle Città dell’Olio per domenica 29 ottobre in oltre 121 comuni appartenenti a 18 regioni, di cui 14 in Abruzzo.

Mentre a San Pio delle Camere prima edizione della CicloZafferanea, un percorso unico della lunghezza di 52 chilometri che attraversa i comuni e le frazioni di San Pio delle Camere, Barisciano, San Nicandro, Prata d’Ansidonia, Tussio, Caporciano, Bominaco, Navelli e Civitaretenga.