A CASTELLI TORNA IL FESTIVAL DELLA STORIA DELL’ARTE E C’È ANCHE PHILIPPE DAVERIO


CASTELLI – Il VII Festival della Storia dell’Arte, evento unico nel panorama nazionale, torna a radunare dal 18 al 20 luglio a Castelli, appassionati d’arte e cultura da ogni parte d’Italia.

Evento con grandi ospiti che inizierà con un Prefestival nelle giornate del 15 e 16 luglio, dalle 9,30 alle 18.

L’iniziativa, sviluppata con Cineforum Teramo e a cura di Marco Chiarini e Gianluca Santoni nell’ambito del progetto “Radici”, permetterà ai ragazzi, dagli 8 ai 14 anni, di cimentarsi in un laboratorio di cinema intitolato “L’occhio del luogo” e coordinato da Dimitri Bosi.

La rassegna quest’anno sarà tenuta a battesimo dal critico d’arte Philippe Daverio, che interverrà all’inaugurazione il 18 luglio, alle ore 21, in piazza Roma.

“Il Festival rappresenta un unicum nel suo genere, in quanto è l’unico dedicato alla storia dell’arte in Italia – ha spiegato il sindaco di Castelli, Rinaldo Seca, nel presentare il programma della settima edizione insieme al consigliere alla Cultura, Raffaello Di Simone – e registra anche quest’anno la partecipazione di un testimonial d’eccezione, il professor Daverio, che terrà una lectio magistralis, per poi proseguire con una serie di conferenze che registreranno i contributi di eminenti personalità del mondo dell’arte e della cultura, come il pubblicista, saggista e critico d’arte, Antonio Gasbarrini, e il regista Victor Perez, vincitore nel 2019 del premio David di Donatello nella categoria Migliori effetti speciali visivi con il film Il ragazzo invisibile – Seconda generazione. Questa iniziativa, grazie anche alla curatrice Alessia Di Stefano, si consolida come ?format che sta riscuotendo un crescente successo di pubblico e si sta imponendo all’attenzione nazionale”.

Il 19 e 20 luglio, dalle 15,30 alle 18,30, ci saranno i laboratori artistici per bambini “A come Arte” a cura di Bim Bum B’Art.

Il 19 luglio, alle 21, Antonio Gasbarrini interverrà con la lectio “Raffaello Sanzio e Giovan Battista Branconio aquilano: una fraterna amicizia nel segno dell’arte e dell’Umanesimo Rinascimentale”.

Il 20 luglio il regista Victor Perez interverrà su “L’arte di creare l’impossibile” e alle 22,30 ci sarà la proiezione del video realizzato nell’ambito del laboratorio di Cineforum Teramo L’occhio del luogo.