AL TEATRO “ORAZIO COSTA” DI PESCARA UN’INEDITA VERSIONE DI MOBY DICK


PESCARA – Torna al Piccolo Teatro “Orazio Costa” Pescara, in via Gabriele D’Annunzio 29, La balena da Moby Dick, in scena sabato 15 febbraio ore 21,30 e domenica 16 febbraio alle ore 18.

Immagini e frammenti di una drammaturgia incompiuta da Moby Dick e altri scritti di Herman Melville, con la traduzione e drammaturgia di Alfredo Troiano e la regia a cura di Domenico Galasso.

Un viaggio nello spazio-tempo di un classico della letteratura, fra riscrittura scenica e narrazione dell’autore-attore.

“Nel mio libro c’è più realtà di quanta la stessa vita reale non possa dimostrare”. È da questa affermazione dello stesso Melville che inizia un viaggio attraverso la sua scrittura; un’operazione non canonica, che consiste nella composizione drammatica di brani tratti da Moby Dick e da altri scritti di Herman Melville intorno al suo romanzo, dalle critiche del tempo e dalle sue relative considerazioni, dai materiali utilizzati dall’autore per prepararsi alla scrittura, da tutto ciò che l’autore ha potuto vivere, pensare, attraversare nel tempo lungo e tormentato della costruzione del suo capolavoro.

Niente, dunque, che sia stato scritto per il teatro e proprio per questo materiale ideale di sperimentazione. La drammaturgia è curata in prima persona dall’attore, che interpreta l’autore nel suo atto creativo, condividendo con gli spettatori i baratri, le lacerazioni, i momenti di esaltazione, le ipotesi, non tutte giunte all’esito finale, la congerie di fallimenti che stanno sotto al capolavoro emerso, fondendo insieme la figura dell’autore che vive e interpreta i suoi personaggi.

Per prenotazioni e ulteriori informazioni, chiamare il numero 351-5566694 oppure scrivere una mail all’indirizzo piccoloteatrooraziocosta@gmail.com.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.