BRIGANTAGGIO IN ABRUZZO, ASPETTI STORICO-SOCIALI IN INCONTRO ALL’EMICICLO


L’AQUILA – Martedì 18, alle ore 16, presso il palazzo dell’Emiciclo, nella sala Ipogea, il Fai (Fondo ambiente italiano), delegazione dell’Aquila, ha organizzato un incontro con l’Università della Terza età dell’Aquila sul tema “Brigantaggio in Abruzzo: aspetti storico-sociali”.

Relatore sarà Pasquale Casale, autore di due libri sul brigantaggio nell’Aquilano, e ideatore di una rievocazione storica sul brigantaggio dal 2001, che si tiene ogni anno ad agosto nei prati del Sirente fra Secinaro e Rocca di Mezzo.

Saranno trattate le cause che portarono le popolazioni dell’Abruzzo Aquilano a contrastare l’esercito francese che aveva invaso la penisola e la provincia dell’Aquila.

Il relatore approfondirà con l’ausilio di molti documenti studiati nel fondo brigantaggio dell’Archivio di Stato dell’Aquila, il brigantaggio post-unitario, in particolare quello in provincia dell’Aquila, che vide emergere come capi, personaggi senza scrupoli, ladri e assassini, chiamati “briganti”.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.