FOLCLORE: VIDEO CELEBRA IL GRAN SASSO, “QUANTE BELLEZZE MI FAI VEDERE”


L’AQUILA – In questo strano periodo dove si è “distanti”, in attesa di ritrovarsi in un abbraccio che riunisca le voci di tutti, la Corale Gran Sasso, storica formazione della città dell’Aquila, vuole riproporre i video realizzati nel progetto per il decennale del sisma “Top 10 Folk – Storie cantate per immagini”.

10 registi hanno interpretato altrettanti brani del nostro folklore.

Può essere per tutti occasione di ascoltare canti della nostra tradizione, visionare questi video originali realizzati con spirito di amicizia e di sensibilità verso la città, conoscere un po’ meglio il dialetto aquilano, scoprire e riconoscere luoghi e personaggi attraverso le immagini, ma soprattutto si può cantare con la Corale.

Virtù Quotidiane pubblica i 10 video, uno al giorno per dieci giorni. Il quarto è “Gran Sassu me”, di Chiara Napoli. Testo di Filippo Crudele, musica di Carlo Mantini. Elaborazione corale e strumentale di Carlo Mantini, esecuzione Associazione Corale Gran Sasso. Carlo Mantini, direttore.

“‘Quante bellezze mi fai vedere’ così si sente risuonare in questo canto”, dice Chiara Napoli. “L’Abruzzo, il Gran Sasso, L’Aquila mi hanno regalo un modo nuovo di vedere le cose. Sono nata all’ombra della Costiera Amalfitana e quelle erano le uniche ‘montagne’ che avevo visto prima di giungere qui. Gli ultimi anni della mia vita li ho trascorsi cercando famelicamente di scoprire questa terra ‘Forte e gentile’ e a modo mio, a piccoli passi, ho tentato, contro le intemperie di un clima che cambia troppo velocemente, di parlare di questa appartenenza, di un uomo che ha previsto la pioggia dall’odore dell’aria, del suo vento, delle sue montagne”.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.