“LA MADRE GENEROSA”, IN UN LIBRO IL TEMA DELLA FERTILITÀ DAL CULTO DI ISIDE ALLA MADONNA IACTANS


L’AQUILA – Intorno a quel gesto, la Madre che allatta, il più antico del mondo, che avvia il percorso della vita, Lucia Arbace, direttore del Polo Museale dell’Abruzzo, ha ancorato una performance, una mostra e ora, finalmente, richiesto ancora prima che fosse pubblicato, il volume La Madre generosa dal culto di Iside alla Madonna lactans.

Sarà presentato giovedì 12 dicembre, alle ore 11,30 al Munda dell’Aquila, alla presenza di Francesco Sirano, direttore del Parco Archeologico di Ercolano da cui proviene l’immagine simbolo, l’Iside Lactans.

Il libro, con quindici contributi di importanti specialisti e giovani studiosi, si snoda fra articolati percorsi.

Dall’antico Egitto alle culture italiche, dalla Magna Grecia alla contemporaneità passando per le Madonna Lactans medievale, la più alta umanizzazione del sacro, il momento in cui la religiosità lontana, aulica, si avvicina alla realtà quotidiana.

È il tema della fertilità, della maternità, del potere apotropaico assegnato alle divinità dal volto e dai gesti umani.

La mostra, inaugurata a luglio con l’omaggio alla vita di giovani madre che hanno allattato i propri figli alla fontana delle 99 cannelle, di fronte al Museo, è stata prorogata fino al 6 gennaio.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.