“L’AQUILA VOLTA LA CARTA”, TRE GIORNI PER LA RICOSTRUZIONE DELLO SPIRITO


L’AQUILA – Dal 24 al 26 maggio, al Palazzetto dei Nobili, torna “L’Aquila volta la carta”. Il Festival delle letterature e Fiera dell’Editoria Indipendente, giunto alla sua quinta edizione, si propone ancora come suoi scopi principali la promozione dell’editoria indipendente, della lettura e delle eccellenze artigianali del territorio che, anche nelle edizioni passate, hanno voluto essere presenti alla manifestazione.

La partecipazione delle scuole e della cittadinanza all’evento, nato con la precipua finalità di portare un contributo alla ricostruzione delle persone segnate nel corpo e nello spirito dal tragico sisma del 2009, è stata testimonianza negli anni del successo dell’iniziativa.

Nell’occasione del decennale, l’associazione di promozione sociale “L’Aquila volta la carta”, rinnova la formula di tre giornate dedicate all’incontro con gli autori e all’accogliente atmosfera che ogni fiera garantisce con la presenza di espositori locali e nazionali. Tra gli ospiti di questa edizione Antonio Manzini, Mimmo Locasciulli, Giancarlo De Cataldo, Luca Trapanese, Edoardo Albinati, Pino Scaccia, Monica Triglia, Giancarlo Rossi e Gaetano Savatteri.

L’edizione di quest’anno sarà possibile grazie al fondamentale contributo della Fondazione Carispaq e dello studio di grafica e casa editrice Arkhé, in collaborazione con Radio L’Aquila 1 e con il patrocinio morale del Comune dell’Aquila, della Fondazione “Fabrizio De André onlus”, dell’Associazione Editori Abruzzesi e sotto gli auspici del Centro Italiano per il Libro e la Lettura. Collaborano con Volta la carta le associazioni cittadine “Libris in fabula” e “Una storia felice onlus”.