“L’AQUILANUOVA, LA RINASCITA” IN DODICI FOTO AFFISSE AI PORTICI ANCORA DA RICOSTRUIRE


L’AQUILA – Dodici foto di altrettanti autori che raccontano “Laquilanuova. La rinascita”. È l’iniziativa dell’associazione culturale Segno che ha installato le immagini sui portici della sede della Camera di commercio, in corso Vittorio Emanuele, uno degli ormai pochissimi edifici ancora da ricostruire lungo l’asse centrale del capoluogo abruzzese, dove fino a qualche settimana fa campeggiavano quelle di Roberto Grillo per la mostra “6 aprile 2019. Ricordo. Memoria. Futuro”.

“Partire da un ricordo per costruire una memoria collettiva e parlare di futuro, far vedere la rinascita sotto tanti aspetti”, questo l’assunto da cui i promotori sono partiti per lanciare il contest fotografico, come ha spiegato stamattina la presidente dell’associazione, Anna Maria Marra, presentando l’installazione.

“Abbiamo stimolato voci diverse a venire fuori in questo panorama. Hanno risposto esperti di fotografia ma anche giovanissimi, che in modo professionale o amatoriale hanno raccontato L’Aquila così come la vivono in questo momento”, ha aggiunto, ammettendo che “non è stato facile sceglierle tra le moltissime arrivate, perché tutte avevano l’occhio dell’affetto nei confronti di questa città”.

“Come associazione vogliamo far vivere L’Aquila attraverso idee diverse e anche attraverso il dibattito, come quello che si è scatenato nei mesi scorsi attorno alle foto di Grillo”.

“Abbiamo apprezzato e sostenuto subito l’iniziativa”, ha commentato Mauro Basile, responsabile regionale dell’Anaci (Associazione amministratori di condominio), “non sono un esperto ma capisco il bello e il brutto e ho partecipato anche io alla scelta avendo modo di capire, grazie agli esperti che facevano parte della commissione, qualche segreto della fotografia. Il risultato è assolutamente eccezionale. Purtroppo dietro alle foto c’è un palazzo ancora da ricostruire ma riguarda la ricostruzione pubblica”, ha chiosato in riferimento al vero cono d’ombra della ricostruzione.

Da Grillo è arrivato infine un ringraziamento all’associazione Segno, “che ha sostenuto il mio progetto iniziale da cui è derivato questo” ma soprattutto a Basile che “ha sostituito la funzione che una volta svolgevano gli enti pubblici o le istituzioni come la Cassa di risparmio, che finanziavano i progetti culturali”.

“Io dal 1980 ad oggi non ho mai ricevuto sostegni pubblici – ha ricordato il fotografo – . Per la mia esperienza quasi quarantennale ringrazio Mauro perché ha acquistato una mia mostra, esposta all’Emiciclo in occasione del 6 aprile scorso e che poi è andata in giro per l’Italia. Avendomi dato fiducia ho potuto usare quei soldi per finanziare il progetto ‘6 aprile 2019. Ricordo. Memoria. Futuro’, importante per quanto divisivo”.

I promotori hanno ringraziato anche la Ditta Piccoli Grandi Passi di Carmine Murri che ha sostenuto l’affissione delle foto con grande disponibilità a titolo del tutto gratuito.

Le foto selezionate, che resteranno installate lungo il corso fino alla fine dell’anno, sono di Grillo, Massimiliano Tesone, Domenico Gualtieri, Marco Equizi, Fatima Marchini, Gianni Simone, Andrea Fiordigiglio, Laura Cantusci, Elia Micchiché, Luca Mondellini, Stefano Di Scipio, Lorenzo Di Cola e Luca Benedetti.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2021