L’ORCHESTRA DEL SALTARELLO ABRUZZESE FA FURORE AL CONCERTONE DEL PRIMO MAGGIO


L’AQUILA – Il Concerto del Primo Maggio ha omaggiato l’Abruzzo ferito dal terremoto ospitando la sua musica e le sue danze tradizionali.

L’Orchestra popolare del saltarello abruzzese ha fatto furore sul palco di San Giovanni.

Nata da un’operazione di ricerca e rivalutazione della tradizione musicale abruzzese, l’obiettivo dell’Orchestra è quello di ricostruire in musica il percorso dei tratturi lungo il quale si è sviluppato e propagato il celebre “Saltarello” dandogli una veste del tutto moderna e innovativa che permetta al grande pubblico di conoscere la musica della nostra amata terra senza mai perdere di vista l’aspetto tradizionale.

L’Orchestra Popolare del Saltarello propone un repertorio di brani popolari abruzzesi, che va dalle canzoni più rappresentative della nostra tradizione alle Saltarelle, Spallate e Ballarelle utilizzando un organico formato da 16 straordinari musicisti e un coinvolgente corpo di ballo che insieme vi faranno ripercorrere un viaggio lungo le antiche vie della Transumanza.

L’organico è formato da organetto, fisarmonica, una sezione vocale, una sezione di organetti e Fisarmoniche, chitarre, mandolino, zampogne, flauti, tamburelli, basso e batteria che interpretano il repertorio di tradizione abruzzese con originalità e freschezza.

L’ideatore del progetto è il musicista Danilo Di Paolonicola, autore delle rielaborazioni e trascrizioni. Teramano di origine, considerato tra i migliori fisarmonicisti del mondo. Vincitore di numerosi premi, ideatore e progettista ed endorsement di strumenti musicali per le più grandi aziende del settore della fisarmonica come Roland e Paolo Soprani, compositore ed arrangiatore, docente di fisarmonica diatonica presso il Conservatorio “A. Casella” dell’Aquila, concertista di fama mondiale, è un artista poliedrico e la sua attività comprende anche la ricerca del mondo delle tradizioni abruzzesi.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2021