MUSICA, RACCONTI E SUGGESTIONI SOTTO LE STELLE COI SOLISTI AQUILANI A SAN PIETRO DELLA IENCA


L’AQUILA – Sotto il cielo stellato del Gran Sasso in compagnia dei Solisti Aquilani: è la notte di San Lorenzo e delle stelle cadenti che ogni anno ravviva la magia del cosmo.

Appuntamento il 10 agosto alle 20,30 al Santuario San Giovanni Paolo II a San Pietro della Ienca, con “E lucean le stelle: musica, racconti, suggestioni nella notte di San Lorenzo” e con I Solisti Aquilani Quartettto (Marino Capulli e Rocco Roggia, violini; Margherita Di Giovanni, viola; Elizabeth Elliott,violoncello).

In programma D. Shostakovich con il Quartetto op.110 n.8 e F.J.Haydn con il Quartetto op.64 n.5. Le stelle cadenti hanno da sempre suscitato emozioni ed ispirato leggende: si dice che se si esprime un desiderio vedendo la stella che traccia una scia nel cielo scuro della notte, questo si avvererà.

L’appuntamento magico che ci offre il cielo, è la pioggia meteorica delle Perseidi, più nota come “le lacrime di San Lorenzo”, in ricordo del martirio del santo.

Si tratta dello sciame di meteore meglio osservato in tutto il mondo, consistente in residui della disintegrazione progressiva della cometa Swift-Tuttle. Le piccole particelle, scontrandosi a gran velocità con l’atmosfera terrestre, danno luogo a scie luminose di altissimo effetto.

Dopo il concerto, al Giardino letterario, accolti dalla Associazione Culturale San Pietro della Ienca, sarà possibile seguire l’incontro con l’astrofilo Saverio Tiberi, dell’Associazione Astrofili Aquilani che proporrà un tour del cielo, tra storie e leggende e i partecipanti potranno anche osservare le stelle da vicino con i telescopi messi a disposizione e perdersi nella volta celeste, simbolica coperta custode dei nostri sogni.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.