UN LABIRINTO DI MUSICA E TEATRO PER L’OTTAVA STAGIONE DI COLIBRÌ ENSEMBLE


PESCARA – “Non si arriva mai tanto lontano come quando non si sa più dove si va”. Prende spunto dalla citazione di Goethe l’ottava stagione concertistica di Colibrì Ensemble, l’orchestra da camera di Pescara. Anche quest’anno saranno 14 gli appuntamenti musicali che si svilupperanno dal 10 ottobre fino al 17 aprile, il sabato sera all’Auditorium Flaiano.

Simbolo tematico e grafico scelto per la nuova stagione dell’orchestra, nata nel 2013, dall’intuizione del maestro Andrea Gallo, direttore artistico e grazie al sostegno di Gina Barlafante e dall’Accademia Italiana Osteopatia Tradizionale, è il labirinto. “Il labirinto – ha spiegato Gallo durante la conferenza stampa di presentazione – è spesso visto come elemento negativo. Noi al contrario proponiamo una lettura positiva, come simbolo di fertilità creativa, delle mille strade possibili per arrivare in uno stesso luogo, ma anche delle tante diversità”.

In effetti il labirinto che connota la grafica della stagione concertistica presenta tre colori diversi, il giallo per indicare i due appuntamenti da camera, il blu per 10 appuntamenti sinfonici e infine il rosso per i due concerti conclusivi che rientreranno ad aprile nel Beethoven Festival (che proseguirà poi con altri tre eventi fuori dalla stagione). I concerti del 10 e del 17 aprile, insieme a quelli del prossimo 24 ottobre “Una scintilla divina” e di Francesca Dego del 5 dicembre sono stati recuperati dalla precedente stagione concertistica, saltati a causa del lockdown.

Scelta dell’edizione 2020-2021 è anche di unire la musica al teatro attraverso la collaborazione con l’Accademia teatrale Arotron di Franco Mannella e l’associazione Cuntaterra di Marcello Sacerdote, entrambi presenti alla conferenza a palazzo di Città insieme all’assessore comunale alla Cultura Maria Rita Paoni Saccone.

“Quest’anno più che mai – ha commentato Gina Barlafante, presidente dell’orchestra – abbiamo sentito l’esigenza di portare avanti il progetto. Nei periodi di difficoltà si sente forse la necessità di certi elementi che fanno bene all’anima di un essere umano. Tra questi c’è sicuramente la musica”.

L’ottava edizione vedrà infine anche una collaborazione con l’Antonine University Choirdi Beirut del Libano, suggellata pochi giorni prima della tragica esplosione che ha colpito il porto di Beirut.

IL PROGRAMMA

10 ottobre Colibrì Ensemble Enzo Turrizzani, 1° trombone Wiener Philarmoniker
24 ottobre Una scintilla divina, l’ottetto di Schubert
7 novembre La Gran partita, I fiati del Colibrì
21 novembre La Vita Celeste, Mahler IV
5 dicembre Francesca Dego, Beethoven Violin Concerto
21 dicembre Bach di Lunedì, dalla Suite al Concerto
9 gennaio I quintetti, fiati e pianoforte
23 gennaio Alexander Lonquich, Franz Schubert e Fryderyk Chopin
6 febbraio Debussy & Ravel, Dans la nostalgie et dans la lumière
20 febbraio L’Histoire du soldat, musica e teatro
6 marzo Tutti all’opera, viaggio nell’opera italiana
27 marzo Così suonava la TV, musica dal piccolo schermo anni ’70-’80
10 aprile Eroica e Quarta, Beethoven Festival
17 aprile La Nona Sinfonia, Beethoven Festival, Enrico Dindo

Informazioni e abbonamenti 328-3638738 o www.colibrìensemble.it.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.