CHOCOLATE DAYS, PESCARA AL SAPORE DEL CIOCCOLATO DI MODICA


PESCARA – Un viaggio goloso nel cuore delle più antiche tradizioni cioccolatiere e un percorso letterario che lega i due massimi poeti di Pescara e Modica, Gabriele D’Annunzio e Salvatore Quasimodo. Nell’anno in cui si celebrano gli 80 anni dalla morte del Vate e i 50 anni dalla scomparsa del premio Nobel siciliano, le città di Modica e Pescara si uniscono idealmente in un gemellaggio gastronomico e culturale che funge da filo conduttore dei “Chocolate Days”.

Si conclude domani, domenica 5 marzo, il festival del cioccolato, prima tappa della tournee nazionale “ChocoModica in tour”, inaugurato giovedì 1° marzo in Piazza della Rinascita, a Pescara. Gli stand dei maestri artigiani provenienti dalla Sicilia, ma anche da altre città italiane quali Perugia, Enna, Merate, Monza, Jesi e Pesaro, per quattro giorni hanno invaso il centro città pescarese con carrellate di dolcezze e altri prodotti tipici, proposti ogni giorno, dalle 10 alle 22, nelle forme e nei gusti più disparati. La manifestazione è organizzata dal Movimento del Turismo del Cioccolato e delle Eccellenze Italiane e dal Consorzio di Tutela del cioccolato di Modica, diretto da Nino Scivoletto, con il patrocinio del Comune di Pescara.

Protagonista assoluto dei “Chocolate Days” è il cioccolato artigianale di Modica dall’inconfondibile sapore dolce e granuloso, ottenuto dalla spremitura a freddo delle fave di cacao senza l’aggiunta di ulteriori ingredienti se non lo zucchero di canna. Le diverse fasi di lavorazione del cacao sono mostrate ai visitatori all’interno della tensostruttura che ospita la “Ciokofabbrica” del maestro perugino Fausto Ercolani, in Piazza della Rinascita.

Ogni giorno, all’interno della fabbrica del cioccolato, grandi e piccini possono lasciarsi incantare dal lungo viaggio delle fave di cacao, dai paesi di origine fino a Pescara, assistendo alle fasi di tostatura, spremitura, incontro con lo zucchero e, infine, trasformazione e assaggio del cioccolato di Modica. I maestri cioccolatieri di Modica sono rappresentati da Andrea Iurato, che ha portato all’Expo di Milano le dimostrazioni sulle antiche tecniche di lavorazione a freddo del cioccolato, mentre un confronto tra le diverse tradizioni cioccolatiere e dolciarie di Pescara e Modica è affidato agli incontri con i maestri Massimo Tavoletta e Lorenzo Puca.

Il festival “Chocolate Days” non è solo un itinerario goloso, bensì una manifestazione in cui la tradizione dolciaria si mescola con percorsi artistici e letterari incentrati sulle figure dei poeti Gabriele D’Annunzio e Salvatore Quasimodo (a cura degli studiosi Dante Marianacci e Grazia Dormiente), suggestioni legate al cinema e al teatro e allettanti connubi tra cucina e cultura territoriale. Nella tensostruttura in piazza della Rinascita le performance artistiche di scultura e pittura a partire da blocchi di cioccolato, con la partecipazione straordinaria del maestro scultore Enrico Candiano e degli studenti del liceo artistico Bellisario-Misticoni, si alternano a show cooking, convegni a tema, laboratori didattici, proiezione di fiction e documentari su cacao e cioccolato.

Spazio alla solidarietà, grazie al progetto “ChocoModica for life – Il cioccolato di Modica per Happy Child” a cura del Kiwanis, in collaborazione con Save the Children, dedicato alla raccolta fondi per i bambini abbandonati, presentato stamattina alla presenza del sindaco Marco Alessandrini. Nell’occasione, il primo cittadino ha espresso l’intenzione di partecipare alla raccolta fondi, mettendo all’asta la scultura “Il Moro di Modica”, realizzata a partire da un blocco in cioccolato dal maestro Enrico Candiano e donata al Comune di Pescara dal Consorzio di Tutela del cioccolato di Modica. Alla battuta d’asta, che avverrà nei prossimi giorni, parteciperanno i club service cittadini.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.