COTECHINO ARTIGIANALE A FILIERA CORTA DA “GIOVINA” ALL’AQUILA


L’AQUILA – Dopo l’arrosticino, le salsicce, le ribs e le costine, ecco che da GiOvina arriva anche il cotechino, rigorosamente artigianale e da carni abruzzesi a filiera controllata.

Il laboratorio di trasformazione carni e punto vendita che ha aperto all’inizio di maggio all’Aquila, grazie a un innovativo progetto patrocinato dall’Associazione regionale allevatori garantisce un approvvigionamento di materia prima solo da allevamenti locali.

Nato come centro di produzione degli arrosticini, simbolo culinario dell’Abruzzo ben oltre i confini regionali, GiOvina ha da subito implementato l’offerta con le salsicce, prodotte in due versioni – la tradizionale e quella con il peperone dolce di Altino, Presidio Slow Food – e poi le costate di maiale intere, taglio povero ma molto saporito ideale per un condimento di salsa barbecue, le costine, la pancetta e le bistecche. Oltre naturalmente alle salsicce, proposte anche di fegato e sia fresche che secche, e in determinati periodi dell’anno, come quello pasquale, l’agnello in tutte le sue parti, compresa la prelibata coratella.

Ora, in vista delle feste di Natale, soprattutto del cenone di fine anno, è in produzione il cotechino, il celebre insaccato che non può mancare sulla tavola di Capodanno, magari abbinato alle lenticchie.

Grazie alla collaborazione con l’Associazione allevatori, GiOvina riesce a selezionare la materia prima in modo scrupoloso, scegliendo solo aziende che allevano con metodi tradizionali e naturali in cui il benessere dell’animale è al centro, a partire dall’alimentazione.

Il laboratorio e punto vendita è nel nucleo industriale di Sassa, nei pressi dell’incrocio tra la statale 17 e l’ingresso al Progetto C.a.s.e.. Per informazioni e prenotazioni si può contattare il numero 347-3814499.

pubbliredazionale

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2023


Categoria: Enogastronomia Tag:
Array ( [0] => WP_Term Object ( [term_id] => 89 [name] => abruzzo [slug] => abruzzo [term_group] => 0 [term_taxonomy_id] => 89 [taxonomy] => post_tag [description] => [parent] => 0 [count] => 8125 [filter] => raw ) [1] => WP_Term Object ( [term_id] => 1745 [name] => arrosticini [slug] => arrosticini [term_group] => 0 [term_taxonomy_id] => 1745 [taxonomy] => post_tag [description] => [parent] => 0 [count] => 72 [filter] => raw ) [2] => WP_Term Object ( [term_id] => 4332 [name] => capodanno [slug] => capodanno [term_group] => 0 [term_taxonomy_id] => 4332 [taxonomy] => post_tag [description] => [parent] => 0 [count] => 45 [filter] => raw ) [3] => WP_Term Object ( [term_id] => 4817 [name] => cotechino [slug] => cotechino [term_group] => 0 [term_taxonomy_id] => 4817 [taxonomy] => post_tag [description] => [parent] => 0 [count] => 2 [filter] => raw ) [4] => WP_Term Object ( [term_id] => 19984 [name] => giovina [slug] => giovina [term_group] => 0 [term_taxonomy_id] => 19984 [taxonomy] => post_tag [description] => [parent] => 0 [count] => 4 [filter] => raw ) [5] => WP_Term Object ( [term_id] => 1786 [name] => maiale [slug] => maiale [term_group] => 0 [term_taxonomy_id] => 1786 [taxonomy] => post_tag [description] => [parent] => 0 [count] => 19 [filter] => raw ) )