D.ONE IN MICHELIN, “RISULTATO IN UN ANNO E MEZZO, UNICI IN ABRUZZO”


ROSETO DEGLI ABRUZZI – Dal recupero della gallina nera atriana alla carta dei vini subaquei, dal basilico coltivato in biosfere sottomarine, a 10 metri di profondità, alla birra fatta con acqua di mare. Tradizione e innovazione che quest’anno hanno portato il ristorante diffuso D.One di Montepagano ad entrare nell’olimpo dei ristoranti stellati.

La Guida Michelin 2018 ha infatti premiato con una stella il D.one dell’imprenditrice Nuccia De Angelis, manager della Dan Europe, che appena un anno e mezzo fa si è lanciata insieme allo chef stellato Davide Pezzuto in una nuova sfida.

“Tra tutti gli stellati in Abruzzo siamo gli unici ad aver raggiunto questo risultato in appena un anno e mezzo – commenta Nuccia De Angelis – un risultato che vede al primo posto i piatti dello chef Davide Pezzuto, che ha un curriculum importante alle spalle e che si è imbarcato insieme a me in questa avventura”.

Salentino, 37 anni, Davide Pezzuto ha iniziato la sua esperienza nella ristorazione da giovanissimo, formandosi in ristoranti pluristellati come il Rossellinis di Ravello, l’Abac di Barcellona e La Pergola di Roma, dove è diventa sous-chef di Heinz Beck.

Fino al settembre del 2014, quando arriva a Montepagano. Qui l’incontro con Nuccia De Angelis e l’apertura di D.One. Un ristorante che oltre ad offrire un menù che coniuga innovazione e tradizione , proponendo piatti unici come le uova della gallina nera atriana con tartufo bianco, miglio e pastinaca, si snoda lungo il caratteristico borgo con diverse location.

“La novità di D.One è nel format del ristorante diffuso, che al momento ci rende unici – continua Nuccia De Angelis – si può scegliere di cenare nel nucleo principale, fare una verticale di vino con gli stuzzichini nella cantinetta con gli amici, scegliere la saletta ‘solo per due’. E soprattutto gustare dei piatti che sono delle chicche e che si trovano solo da noi. Un lavoro premiato dalla stella Michelin e che per lo chef Pezzuto è frutto di un grande lavoro”.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.