DEGUSTAZIONI E APPROFONDIMENTI AL “PESCARA ABRUZZO WINE”


PESCARA – Quattro giorni di degustazioni, approfondimenti e lavoro per conoscere e sperimentare insieme. Un viaggio attraverso profumi e sapori, territorio dopo territorio, vigneto dopo vigneto, per scoprire gusti autentici e tradizioni radicate che resistono alle tentazioni dell’omologazione ma anche sperimentazioni e novità dei terroir di provenienza: tutto questo è la XIV edizione del Pescara Abruzzo Wine, Premio Vino e Cultura-Città di Pescara 2019 in programma dal 7 al 10 dicembre presso la sala Flaiano dell’Aurum-“La fabbrica delle idee” dalle ore 18,00 alle 22,00.

Una grande e importante rassegna di vini di qualità d’Italia – si legge in una nota – organizzata in collaborazione con Aies (Accademia Internazionale Enogastronomi Sommeliers) delegazione Abruzzo, Molise e Marche e Corporazione dei Saperi & dei Sapori, entrata ormai a tutti gli effetti nel clou degli appuntamenti della città in quanto a eventi enogastronomici.

L’edizione del 2018 aveva registrato la partecipazione di ben oltre 1000 persone per un totale di 5575 degustazioni e la premiazione di 15 cantine vitivinicole. Quest’anno i territori di interesse della Corporazione dei Saperi & dei Sapori si allargano fino ad includere il Molise, le Marche e più precisamente Colline Maceratesi e Piceno, province attigue di Lazio e Umbria. Aree per cui è consentito l’utilizzo del vitigno montepulciano per la produzione di doc e igt, permettendo cosi l’inserimento di cantine di queste aree geografiche nel catalogo dell’edizione 2019.

Per gli amanti del vino, la manifestazione sarà caratterizzata da degustazioni di oltre sessanta cantine vitivinicole che parteciperanno con i loro prodotti. Come da tradizione l’accesso sarà gratuito in cambio di un piccolo impegno per il pubblico di enoappassionati: chi vorrà assaporare il vino preferito o tentare nuove sperimentazioni sensoriali, si dovrà registrare all’ingresso e riceverà il bicchiere con una scheda di valutazione, che dovranno essere restituiti alla fine del percorso degustativo. Le schede saranno poste in un urna e conteggiate al termine della manifestazione. È dunque l’esito del voto popolare che decreterà quali sono i migliori vini abruzzesi divisi per categoria: Trebbiano, Pecorino, Passerina, Cococciola, Cerasuolo, Montepulciano Giovane, Montepulciano Riserva, Montepulciano Igt e Doc (a base di), Bollicine, Vino da Dessert.