GERARDA E MARCELLO, DAL BANCO FRUTTA AL MERCATO ALL’ONLINE


PESCARA – Da quasi 40 anni Marcello si sveglia la mattina prima ancora che sorga il sole. Sceglie con cura frutta e verdura freschissime per farle entrare nelle case dei pescaresi. E se la vendita per una vita è avvenuta dal banco dello storico mercato di via Dei Bastioni, a Portanuova, allestito dalla moglie Gerarda, oggi nelle case ci entrano attraverso l’online.

La storia di Gerarda e Marcello Sanginesi, dal 1981 attivi nell’ortofrutta pescarese, parla la lingua della tradizione, ma anche quella dell’innovazione.

Complici i due figli Fabio e Roberto, di 35 e 28 anni, entrambi esperti del mondo digitale. Il primo direttore commerciale per un’azienda americana e il secondo che, in giro per l’Europa, ha lavorato prima per Facebook e poi anche per Google.

“Circa 5 anni fa – racconta a Virtù Quotidiane, Fabio che vive a Malaga in Spagna – insieme a mio fratello abbiamo pensato di aprire la pagina Facebook dell’attività dei nostri genitori. In poco tempo abbiamo raggiunto parecchi like e la pagina è cresciuta rapidamente”.

I fratelli, spinti dal desiderio di alleggerire il lavoro ai propri genitori, decidono di puntare sul web e cominciano a progettare il sito internet per l’e-commerce. A giugno 2019 abbiamo assunto Mauro Biancodoro per la gestione del marketing e abbiamo iniziato a elaborare un business plan”. Dopo un duro lavoro, a novembre scorso lanciano ufficialmente la piattaforma per gli acquisti online.

Una scelta premonitrice che, in pieno coronavirus, si è rivelata più che vincente.

“A febbraio ci eravamo fatti un piano stabilendo degli obiettivi da raggiungere entro dicembre  – confessa Fabio -. Con l’esplosione della pandemia, quegli stessi obiettivi in termini di ricavi li abbiamo ottenuti in due settimane. E questo è stato possibile solo perché eravamo già pronti”.

Il sito riesce a tenere alle improvvise richieste, incrementate in appena qualche giorno del 3 mila per cento.

Gerarda e Marcello decidono di chiudere il banco al mercato e di lasciarlo come punto di smistamento dei prodotti. Nel frattempo assumono 5 persone, dei quali due sono spedizionieri e tre si occupano della preparazione degli ordini.

Sempre nell’ottica della estrema digitalizzazione, avviano una collaborazione con una società polacca “per automatizzare le consegne – specifica Fabio -. Una volta inserito l’ordine, il nostro sito parla con un programma che calcola il giro più conveniente da fare per la distribuzione. In questo modo con 4 turni riusciamo a garantire 100-120 consegne nell’arco del giorno successivo”.

Da circa sei mesi, Roberto, che vive in Spagna come il fratello, ma a Barcellona, si è dedicato completamente all’azienda di famiglia. Una gestione, condivisa con Fabio, fatta da remoto.

Oggi Marcello continua ad alzarsi all’alba per scegliere, tra i mercati generali e i contadini del posto, con la stessa cura, frutta e verdura al 70 per cento abruzzesi. Ai consueti prodotti, per rispondere alle richieste dei clienti, hanno affiancato qualche novità, dalle uova Ranalli, alle confetture D’Alessandro, dall’olio extravergine di oliva alla pasta Masciarelli.

Al momento le consegne avvengono in un raggio di 30 km, ma il sogno di espansione cresce e così la famiglia digitale sta lavorando a un progetto per arrivare a coprire tutto l’Abruzzo con il sogno di allargarsi verso sud.

LE FOTO

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.