PASTICCERIA “LA VASTESE”, A VASTO IL TEMPIO DELLE GOLOSITÀ TRA GUSTO E CREATIVITÀ


VASTO – “I dolci sono il nostro forte, ma la nostra simpatia fa sicuramente la sua parte”. Inizia così il racconto di Oriana La Verghetta che, insieme al fratello Emanuele, gestisce la pasticceria La Vastese. Un’attività storica  che a Vasto (Chieti) addolcisce anche i palati più esigenti e che affonda le sue radici nel 1976 quando papà Antonio, insieme ad un socio, fonda la pasticceria gelateria che all’epoca si trovava in piazza Rossetti, in pieno centro. Poi, 30 anni fa, lo spostamento in via Ciccarone, una zona nuova della città che la pasticceria, da allora anche bar, ha visto crescere e svilupparsi pian piano.

“Attualmente l’attività la gestiamo insieme io e mio fratello – dice Oriana a Virtù Quotidiane – ma non potremmo mai fare a meno del nostro papà che da dietro le quinte segue passo dopo passo il nostro lavoro. È sempre lui il motore di tutto, la sua competenza in pasticceria è fondamentale”.

Materie prime scelte, lievitazione naturale, niente conservanti e nulla di comprato o congelato. Questa è la filosofia della Vastese che propone al suo pubblico un’ampia offerta di dolci fatti con passione e con ingredienti di estrema qualità. Fiadoni di ricotta, bocconotti, mostaccioli, sise delle monache e zeppole di San Giuseppe sono i prodotti abruzzesi più richiesti. Ma ci sono anche i cannoli siciliani, le sfogliatelle, il babà e paste di ogni genere che rappresentano tutto lo Stivale e che hanno la particolarità di essere molto grandi, nel pieno rispetto della tradizione pasticciera del Centro Sud Italia. “I clienti a primo impatto si spaventano – racconta divertita Oriana – ma poi mangiano il dolce fino all’ultima briciola”.

Le creme nel tempio della golosità di Vasto devono essere “di serie A – come le definisce la titolare – fatte solo con prodotti naturali e, anche se questo comporta un costo di produzione maggiore, non ci importa, difendiamo ogni giorno la qualità”.

Il must della pasticceria è la crema chantilly, leggera, gustosa e non troppo dolce. Realizzata con uova di allevamento di gallina a terra e materie prime di prima scelta. Raggiunge l’apice del gusto come farcitura dell’aragosta perché in quel caso viene completata con un po’ di bagna alcolica in modo da rendere la crema ancora meno dolce e l’abbinamento più ricercato.

Altra eccellenza della storica attività è la panna. Da sempre molto rinomata e richiesta, rappresenta un punto di riferimento per i cultori delle dolcezze della Vastese. Piace nelle paste, negli affogati, nel caffè e nei gelati. Non tende  a sciogliersi e rimane omogenea, insomma un vero elisir per chi vuole concedersi una pausa dolce e appagante.

In estate la pasticceria si arricchisce con un’ampia produzione di gelato artigianale con gusti di ogni genere, dal fiordilatte, molto richiesto, al limoncello, al bacio e all’esclusiva lemonkuky, fatta con base di fior di latte e aggiunta di limoncello.

Nei periodi invernali il team di pasticceri si dedica alla produzione di panettoni, richiesti da tutto l’Abruzzo e anche dall’America, e di colombe.

C’é da dire che alla Vastese la tradizione va sempre a braccetto con la curiosità e la voglia di sperimentare nuove ricette. Tant’è che uno dei prodotti più in voga del momento  è il babà in vasocottura. Il babà viene cotto a metà, poi messo sottovuoto in un barattolo di vetro, affogato nel rum – o per chi lo preferisce nel limoncello – e in questo modo prosegue la seconda fase di cottura. Una volta aperto il barattolo, ci si troverà davanti ad una vera esplosione di babà. Solo per veri amanti del dolce partenopeo per eccellenza.

“Chi viene da noi, ci torna di sicuro – confida Oriana – siamo amanti del gusto e della creatività, cerchiamo di sperimentare in continuazione, un po’ come ci ha insegnato il nostro papà”. Che del suo mestiere ha fatto una vera arte.

LE FOTO

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2021