CONFAGRICOLTURA, “LIBRO DEL MINISTRO MARTINA RACCONTA FAVOLE”

L’AQUILA – “Un libro di favole che vuole raccontare un’agricoltura che non esiste, che non parla in alcun modo degli uomini che eroicamente e quotidianamente con il loro duro lavoro alimentano le nostre tavole e presidiano i nostri territori”.

È strappo tra Confagricoltura e il ministro delle Politiche agricole Maurizio Martina, che domani all’Aquila presenterà il suo libro Dalla terra all’Italia.

“Magari ci sarà pure un accenno agli allevatori delle zone colpite dal sisma, come se occorra sempre una catastrofe per far parlare di una magra esistenza, ma non si parla della quotidiana lotta contro la burocrazia criminale che uccide le aziende e non fa spendere le risorse dell’Ue”, dice l’associazione in una nota in cui invita i propri associati a disertare la presentazione del libro, “non si parla della risoluzione dei mancati ristori per i danni da fauna selvatica, non si parla della risoluzione dei problemi che il Ministero e Agea hanno creato per l’accesso alla riserva delle zone montane, non si parla delle carenze idriche o delle difficoltà di accesso al credito”.

“Si preferisce parlare di droni, di giovani innovativi, ma intanto l’agricoltura come comparto economico produce segni negativi, l’intervento pubblico nella ricerca ci pone all’ultimo posto nella classifica europea; filiere e mercati soccombono alle fattorie didattiche, si invoca l’esportazione e la qualità dei nostri prodotti ma poi si vogliono chiudere le frontiere”.

“No non andate, è solo un tentativo di intercettare i vostri consensi elettorali”, conclude Confagricoltura rivolgendosi ai propri associati, “le scelte in agenda sono dettate da personaggi che non pensano alle vostre necessità ma a rincorrere credenze illusorie”.

Articoli correlati