A FARINDOLA TORNA LA SAGRA DEL PECORINO, L’ABRUZZO CELEBRA I FRUTTI DEL GREGGE


FARINDOLA – Dopo un anno di interruzione torna a Farindola (Pescara) la Sagra del Pecorino, che celebra il formaggio presidio Slow Food conosciuto ben oltre i confini regionali.

L’evento è un omaggio alla figura del pastore nel suo complesso, l’antica tradizione della transumanza, riti e sapori di una volta che rivivono nell’attuale quotidianità in cui troppo spesso prevalgono ritmi frenetici.

Da oggi al 5 agosto nel borgo alle pendici del versante orientale del Gran Sasso, la Sagra del Pecorino sarà un vero e proprio viaggio alla riscoperta del gusto e della tradizione, lungo un percorso gastronomico che si snoderà tra le vie e le piazze.

La manifestazione rende omaggio ai frutti del gregge, proponendo tutte le eccellenze ad esso legate, frutto anche di ricette della tradizione pastorale, proposte dai ristoratori locali ma anche rivisitate dagli chef stellati d’Abruzzo.

Tra i presenti, anche Marcello Schillaci della Cantina di Porta Romana a Teramo, autentico custode dell’antica cucina teramana, che proporrà le mazzarelle.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.