CASTIGLIONE MESSER RAIMONDO, LA FORZA DELLA VAL FINO


CASTIGLIONE MESSER RAIMONDO – Dal borgo antico di Castiglione Messer Raimondo (Teramo) si vedono da un lato il mare Adriatico e dall’altro la vetta del Gran Sasso ma i panorami spettacolari che si possono contemplare sono solo una porzione delle numerose peculiarità che il comune più popoloso della Val Fino è in grado di offrire ai suoi ospiti.

A Castiùne è la forza della comunità il valore aggiunto, vitale e accogliente, amministrata da un sindaco giovane, Vincenzo D’Ercole, così come la sua giunta, impegnato a ridare nuovo slancio ad un territorio che ha superato e affrontato con dignità ogni difficoltà. L’emergenza Covid è ormai solo un ricordo, seppur doloroso, lo sguardo è invece rivolto al futuro, alle potenzialità che il borgo presenta.

Dal miele riconosciuto tra i più buoni d’Italia alla larga produzione di prodotti caseari, qui è la tavola il luogo di aggregazione per eccellenza con i piatti tipici delle contrade, come gli “sorgitti” acqua e farina, conditi da un grande spirito di convivialità.

Il comune e le sue frazioni sono densi di storia, dai resti archeologici di età pre-romanica al santuario di San Donato Martire, fino al palazzo storico De Leone di Appignano, definito “una piccola Reggia di Caserta”. E poi il centro storico del borgo, i vicoli panoramici, le chiesette incastonate dalle case antiche, le distese di girasoli, gli ulivi e tanto altro. Un angolo d’Abruzzo autentico tutto da vivere e assaporare.

pubbliredazionale

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.