CONAD PINGUE, LA FILIERA ALIMENTARE PIÙ GREEN D’ITALIA


SULMONA – È un nodo a filo stretto quello che unisce il gruppo Pingue, da oltre 100 anni nel settore agroalimentare, sia nella produzione che nella distribuzione, alla natura e all’ambiente. D’altra parte come recita uno dei claim scelti dalla famiglia dal 1980 unita al mondo Conad, “Conad Pingue ha un alleato in più: l’Ambiente”.

È a partire da questo slogan che il gruppo amministrato dai 5 fratelli della famiglia Spinosa Pingue, ha attivato una serie di campagne per una maggiore sensibilizzazione sul rispetto e la tutela dell’ambiente.

Cartoni, cassette di plastica, cassette di legno. E ancora recupero oli, o batterie. Nei punti vendita Conad Pingue è possibile portare questi materiali per collaborare attivamente nel rispetto dell’ambiente.

“Nel nostro gruppo c’è un’estrema ed unica attenzione per il riciclo dei cartoni, il risparmio energetico, il riciclo della plastica, il recupero degli oli esausti da cucina, delle cassette di legno, di plastica e delle batterie usate – spiegano dal gruppo che promuove la pratica del riciclo per delineare un ambiente più pulito -. Iniziative all’insegna dell’economia circolare. Un’economia pensata per potersi rigenerare da sola. Un sistema in cui tutte le attività sono organizzate in modo che i rifiuti di qualcuno diventino risorse per qualcun altro. È un modello di produzione e consumo che implica condivisione, riutilizzo, riparazione, ricondizionamento e riciclo dei materiali e prodotti esistenti il più a lungo possibile”.

Tanti gli incentivi promossi dal gruppo, come l’omaggio di una tanica da 5 litri per la raccolta dell’olio esausto alimentare, con una spesa minima di 15 euro di prodotti Manifattura Pingue e Sapori & Dintorni. O ancora sconti del 30 per cento su prodotti freschi prossimi alla scadenza, per ridurre lo spreco di cibo, per ottenere un risparmio per la famiglia, ma anche creare meno rifiuti per avere più rispetto dell’ambiente. E poi premi per chi porta nei punti vendita le bottiglie Pet, polietilene tereftalato, una plastica particolarmente resistente realizzata con petrolio, con un centesimo guadagnato per ogni bottiglia conferita. E non per ultima l’eliminazione delle buste in plastica, sostituendole con borse riutilizzabili, buste di carta e con le sportine biodegradabili.

Conad Pingue è anche partner del progetto BoscoPlaja a Introdacqua (L’Aquila), un agriturismo in modalità fai da te per famiglia immerso in un bosco di 20.000 metri quadrati, nato nel recente mese di Giugno da parte del gruppo Pingue. L’ultima iniziativa appena promossa a difesa dell’ambiente è la predisposizione di alcune colonnine di ricarica e riparazione delle green bike.

C’è stata anche una campagna in favore dell’orso. “L’orso è sempre in cerca di nuovi spazi – continuano dal gruppo – ma il suo passaggio provoca danni a greggi, pollai, arnie, orti e frutteti. Pingue Conad e l’associazione Salviamo l’Orso contribuiranno ad acquistare recinti e rifondere i danni provocati dall’orso nelle zone al di fuori delle aree protette dove gli enti non possono rimborsare. Per ogni bottiglia di plastica vuota, scatta un buono sconto di un centesimo da destinare all’associazione”.

Si unisce alla lunga lista green della grande azienda la campagna di sensibilizzazione su un uso più consapevole dell’acqua, con piccoli ma efficaci accorgimenti per evitare inutili sprechi. “L’Abruzzo è una delle regioni con il maggior numero di sorgenti di acque naturali che sgorgano dalle incontaminate montagne, offrendoci la possibilità di bere come pochi, acqua autentica delle nostre terre”, affermano.

LE FOTO

pubbliredazionale

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2021