COVID E ALIMENTAZIONE: I CONSIGLI BIO DI VALENTINA CELESTINI, BIOLOGA NUTRIZIONISTA


L’AQUILA – Innumerevoli studi scientifici lo dimostrano: la salute si preserva a tavola sulla base del cibo che mangiamo ogni giorno. Se poi consideriamo la pandemia da Covid 19, in relazione alle complicazioni che le basse difese immunitarie e il sovrappeso possono provocare in caso di contagio, ecco come l’alimentazione assume ancora più importanza nel contrasto al virus.

“Aiutare le persone a comprendere che mangiare bene non è un sacrificio ma un modo per stare in salute e avere cura di sé, è il principio fondante della mia professione. Una professione che ho scelto dopo aver acquisito una fondamentale consapevolezza, la maggior parte delle patologie odierne si previene, e talvolta si cura anche, a tavola, mangiando in maniera equilibrata e possibilmente gustosa”.

Così Valentina Celestini, 33 anni, aquilana, biologa nutrizionista, un dottorato nella ricerca oncologica e un master internazionale in Nutrizione e Dietetica con specializzazione in Nutrizione clinica, che apre le porte dello studio Nutribio al civico 63 di Piazza Duomo a Virtù Quotidiane.

L’interesse di Valentina per la nutrizione matura proprio nell’ambito della ricerca oncologica, svolta in particolare sul cancro al colon, dopo la laurea in Biotecnologie cellulari e molecolari all’Università dell’Aquila. È stata infatti la preziosa esperienza del dottorato internazionale presso l’Istituto di Ricerche farmacologiche Mario Negri, conseguito dopo anni di esperienza nei laboratori d’Italia e d’Europa, a delineare il destino della ricercatrice.

“Quando si rileva un cancro i danni all’organismo sono stati già fatti – rileva la dottoressa -. Ho deciso così di intraprendere questa professione, consapevole dell’importanza della nutrizione nell’ambito di qualsiasi patologia, fisica e psicologica, al di là degli aspetti legati alla genetica”.

In questo periodo di grande emergenza il cibo rischia di diventare un passatempo per superare la chiusura forzata in casa. Mai come ora invece è necessario imparare a mangiare bene per rafforzare il sistema immunitario e fronteggiare al meglio il virus che ha modificato radicalmente il quotidiano delle nostre esistenze.

“Per rafforzare il sistema immunitario – suggerisce la nutrizionista – bisognerebbe evitare di esagerare con grassi e carboidrati o comunque regolare le quantità. Recenti studi hanno dimostrato che soggetti in sovrappeso positivi al Covid hanno avuto le diagnosi peggiori. Sono di fondamentale importanza le vitamine che si assumono attraverso frutta e verdura fresche e ben conservate”.

Dall’inizio della pandemia si parla della vitamina D come panacea di tutti i mali “che non cura il Covid – avverte la Celestini – ma un buon apporto di questa vitamina rinforza il sistema immunitario. Quella che riusciamo ad acquisire attraverso l’alimentazione è poca, quindi oltre a tuorli d’uovo, pesci grassi come salmone e sgombro, funghi e verdure a foglia verde, è importante l’esposizione al sole”.

La dottoressa consiglia di uscire sotto casa, sul balcone, esporsi durante le belle giornate al sole, anche se per poco tempo, perché i raggi del sole “sono la prima fonte di approvvigionamento della vitamina D”.

Molto importante anche la colazione, “dolce o salata che sia – afferma la nutrizionista – dovrebbe comprendere una buona porzione di proteine, yogurt, latte vaccino o una bevanda vegetale. I probiotici contenuti nello yogurt hanno un alto potere protettivo perché riequilibrano l’intestino. Va bene anche il dolcetto ma meglio pane e marmellata. Inoltre, per quanto possibile, è bene limitare i cibi confezionati come è importante aggiungere della frutta fresca e anche secca”.

“Nell’arco della giornata – aggiunge – cereali a volontà, riso e farro vanno benissimo ma con verdure, sia a pranzo che a cena. Per lo spuntino è importante la frutta secca perché contiene zinco, un sale minerale che aiuta a rafforzare il sistema immunitario, contenuto nelle noci, per fare un esempio. L’attività fisica poi è sempre una grande alleata del benessere”.

pubbliredazionale

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2021